Accelerazione della costruzione del piano fisico 15.6Hz e apertura permanente del passaggio

b

Con l’introduzione al meccanismo di cambiamento della realtà che avevamo spiegato nell’ultimo articolo, sembra che alcune idee stiano prendendo piede, anche se in maniera ancora generica, e sebbene ci siano ancora domande, su come deve funzionare e mettersi in marcia, questo passo o salto evolutivo che ha dato così tanto da parlare da tanto tempo.

Come penso che possiate percepire, questo meccanismo di salto evolutivo ha cessato di essere qualcosa di “mistico”, astratto e “spirituale”, almeno lo spero, perché non ha nulla di quanto sopra. È un processo puramente “fisico” ed energico, in cui una struttura è posta sopra l’altra, salgono le persone al livello di frequenza della nuova struttura, si crea una porta “solida” tra le due strutture e viene data l’opportunità di attraversarla quando lo si ritiene opportuno e se si è pronti per farlo.

Quest’ultimo punto è quello che spiegheremo oggi. Perché non la attraversa tutto il mondo contemporaneamente? La risposta è ovvia, perché non tutti hanno lo stesso ritmo e ne’ saranno preparati allo stesso tempo. Con l’offensiva delle ultime settimane di tutte le entità che vengono estratte dal pianeta, con tutti gli Asimoss, gli Amoss che impartiscono ordini dalle loro “tane” per continuare a bloccare il passaggio di livello e con tutti i meccanismi del sistema di controllo in marcia per questo, gran parte delle persone che sono nella linea temporale 42 sono tornate a scendere con la maggior parte dei propri corpi alla prima ottava dello stessa, essendo quasi tutto il mondo, non tutti, ma molti, di ritorno tra i livelli 1 e 7 di questa linea temporale. Quindi, di nuovo, qualche “frustrazione” (nei vostri termini) tra i gruppi di Sé Superiori, guide e protettori di quella parte dell’umanità per essere scesi di diversi scalini di frequenza che bisogna nuovamente tornare a salire, con calma e fermezza, e senza perdere la direzione di dove stiamo andando.

Pertanto, sebbene il piano fisico a 15,6Hz fosse già pronto, e penso che possiamo confermare che il tempo è stato ridotto a circa 10 anni, a causa dell’intensità che Kumar sta dando all’ottava di solidificazione dello stesso, nessuno ancora può vedere e percepire la nuova “Matrix fisica”, e nessuno ancora può vedere nella propria casa la porta d’accesso.

Ma questo non è né buono né cattivo di per sé, è semplicemente la verifica della lotta di potere che esiste sul pianeta, per l’incoscienza e l’ignoranza della maggior parte delle persone di ciò che sta accadendo, e dell’insistenza delle razze al comando di non essere gettate, espulse o private di questa tavola di gioco nel quale ci troviamo.

Poiché è possibile che in questi 10 anni (in riduzione) che mancano fino a quando non si sia completato il piano fisico a 15,6 Hz, ci saranno solo pochi milioni di persone pronti a cambiare, le strutture del passaggio verranno create e saranno permanentemente “aperte” quindi, non importa quando un essere umano arriva al livello giusto per fare il cambiamento, può farlo senza problemi, sia ora nelle prime opportunità, o in 20 anni o in 50 anni.

Quello che voglio dire è che si sta facendo del lavoro per rendere più facile per tutti passare, in modo che nessuno che fa il lavoro coscientemente per se stesso e che decide avanzare di “corso” sia lasciato indietro. La difficoltà del processo è di aumentare la frequenza dei nostri sistemi energetici, non ci lasciano, non ci vogliono permettere, molto più del problema che può essere rappresentato dalla meccanica di costruzione delle strutture per quel salto. Quando le due realtà sono “allineate”, lo saranno “per sempre” (almeno molti secoli se Kumar non cambierà la sua decisione attuale), e ogni essere umano che raggiunge un minimo di 15,6Hz di vibrazione al livello del suo corpo 1.1 può prendere la porta e uscire dalla realtà a 7,8 Hz e passare alla realtà a 15,6 Hz quando sarà pronto per questo.

Quindi, in generale, questa è una buona notizia, abbiamo tolto la pressione di avere solo una finestra temporanea di passaggio limitato, di avere solo un periodo in cui dobbiamo essere pronti, dall’ansia che l’idea che alcuni se ne vanno e gli altri restano per sempre. Ciò che non è stata eliminata è la responsabilità individuale che questo processo comporta. Non si farà nulla per forzare il passaggio di livello, da parte di quelle forze che ci assistono, da persone che non vogliono farlo coscientemente, ma ciò che hanno deciso è di mantenere indefinitamente i ponti di passaggio e le due realtà interconnesse in modo che, tutti quelli che vogliono, quando vogliono, facciano il cambio.

Quindi, le prime centinaia di migliaia di persone che conseguiranno in questi 10 anni di stare nel livello adeguato potranno far parte della prima ondata che potrà percepire la sovrapposizione di entrambe le realtà e arriveranno ad essere preparati ad abbandonare l’attuale e passare alla nuova. Poi, arriveranno sempre più persone che conseguiranno quel livello e, a poco a poco, sempre di più. Dovremo lasciare per iscritto tutte le informazioni e le conoscenze che ora vengono trasmesse in modo che quelli di noi che partiranno in quelle prime ondate possano andare avanti, mentre quelli ancora in corso abbiano il materiale necessario per sapere cosa fare in ogni momento durante la loro preparazione.

Pertanto, dobbiamo andare avanti, rivedere le petizioni di salita e deprogrammazione che abbiamo pubblicato a partire dallo scorso anno, continuando con la guarigione e l’eliminazione dei blocchi, recuperando nuovamente il terreno perduto a causa del numero di attacchi e manipolazioni che potrebbero aver ridotto nuovamente la frequenza e riguadagnare lo slancio verso il livello 21 della linea temporale 42 e verso l’ultima ottava della linea temporale 33, che sarà il preludio del cambio alla 42 non appena si potrà eliminare la barriera di separazione che blocca entrambe le linee.

Tradotto dall’articolo del 26 aprile 2019 del Blog di David Topì. Traduzione e adattamento in italiano a cura di Giorgia Muglia (giorgiamuglia.com).

Potrebbero interessarti anche...