Cancellando tutti i permessi e capacità energetiche delle razze di controllo

ss

Abbiamo già una prima proposta e misure prese e decise dall’unione dei nostri Sé Superiori e le diverse “forze” e gruppi che lavorano assistendo il logos planetario, Kumar, nel processo di pulizia ed espulsione di tutti coloro che non possiedono i permessi e le autorizzazioni a continuare ad usare il pianeta come base evolutiva, in modo da poter continuare con il nostro processo, sulla base della situazione spiegata nell’articolo precedente, dove era stato invertito, fino a un certo punto, il lavoro realizzato negli ultimi mesi contro Asimoss, Amoss, Zuls, Alomiss e Animiss.

La decisione, che applicheremo attraverso la petizione che metterò alla fine, è quella di rimuovergli le capacità di interagire con i campi energetici del pianeta che consentono loro di manipolare, da un lato, la realtà “olografica” del sistema in cui viviamo e, d’altra parte, utilizzare le risorse energetiche della Terra a loro vantaggio, crescita e sopravvivenza.

Questo, detto così, sembra facile, ma non lo è. Come impedisci a una razza, a un gruppo o a una specie di usare l’energia del pianeta su cui si trova se quell’energia è ovunque? È l’energia dell’aria, dell’ambiente, del terreno sul quale cammini, della luce del sole che ricevi, del nucleo del pianeta, della biosfera, delle emissioni dell’umanità, ecc. Ovviamente non può essere fatto con mezzi fisici, né con la tecnologia, né con la forza. Può essere fatto solo dicendo all’energia stessa di non “obbedire” a qualsiasi richiesta, intenzione o tentativo di usarla dai gruppi sui quali è stato posto il veto da Kumar e dalle entità non fisiche che la assistono.

Però si può dire che l’energia smette di “prestare attenzione” a un’intenzione o una richiesta fatta da un Asimoss? Si può dire al campo energetico che esiste ovunque di non nutrire un Amoss? Noi no, ma il pianeta e il logos solare, si che possono, perché loro “sono” quei campi di energia. Andiamo a spiegarlo.

Qual è l’ “etere quantico della creazione”? Sono trilioni di trilioni di monadi, minuscole particelle che formano il substrato energetico di tutto ciò che esiste. Queste monadi formano particelle subatomiche in milioni di livelli superiori, che formano la realtà quantistica che migliaia di gradi di magnitudo superiore danno origine agli atomi e alle particelle che formano il mondo materiale ai sensi.

E, da chi dipende questa organizzazione e gestione del “campo quantico” delle monadi? Dipende dai livelli gerarchici che governano lo “spazio” in cui si trovano. In questo modo, anche se è una spiegazione molto generica, tutte le energie, etere, akasha, monadi che esistono nella galassia, nella Via Lattea, devono “obbedire” e rispondere alla coscienza del nostro logo galattico, che arriva a dirci che “l’essere” che “si incarna” come responsabile di ogni galassia, percepito per noi come milioni di stelle, pianeti e altri corpi celesti, è chi “impone” tutto ciò che accade nei suoi “domini” e chi può ordinare o cambiare le regole del gioco evolutivo dentro, per noi, della Via Lattea.

Tuttavia, è ancora un campo energetico molto vasto e la sua gestione è compartimentata da ciò che potremmo chiamare il “logos regionale”. Cosa sarebbe un “logos regionale”? Il nostro “logos galattico”, che riceve in Irdim il nome di Eur, ha diversi loghi o macro esseri che coordinano diverse “parti” di questa galassia a livello energetico, evolutivo, “metafisico”, e, quindi, all’interno del campo quantico di monadi che formano la Via Lattea, c’è un sottolivello di questo campo energetico che dipende dalle “linee guida” che il logos regionale, che riceve in Irdim il nome di Umar, cosi detta.

Ad un livello inferiore, un logos regionale coordina migliaia di loghi solari, che sono gli esseri che si “incarnano” in stelle e soli per la sua evoluzione e crescita, e sono responsabili della gestione dell’energia di tutto il sistema solare a suo carico. Per noi, il nostro logo solare riceve il nome di Rawak, in Irdim, come molti di voi sanno, così che tutte le monadi e particelle “quantiche” del nostro sistema solare sono soggette alla consapevolezza e gestione del nostro logos solare. E, infine, tutta l’energia della Terra, e ogni pianeta obbedisce ed è gestito dalla coscienza del logos planetario dell’essere che si “incarna” in cada pianeta per governare il percorso evolutivo della vita cosciente che si trova in esso. Sulla Terra, come sapete, i nostri loghi planetari hanno ricevuto in Irdim il nome Kumar, che significa “giovane”, anche se l’umanità lo ha chiamato in molti altri modi, come Pachamama, Gaia e termini diversi per culture e tradizioni diverse.

Pertanto, abbiamo quattro livelli di campi “energetici” che formano il substrato della realtà di tutti i piani che esistono all’interno della Via Lattea e che sono responsabili di quattro livelli gerarchici che vanno dal pianeta dove siamo, fino alla galassia nella quale ci troviamo.

Molto bene, se capiamo allora che tutta l’energia ha coscienza, e che ogni particella del substrato “quantico” rispetta ” l’ordine gerarchico” in cui si trova, se Kumar dà l’ordine che nessuna particella di energia “nutra” o possa essere usata da un Asimoss, per esempio, nessun atto o intenzione o tentativo di usare l’energia da parte di asimoss sarà eseguito da questo campo energetico. Questo non ha lo scopo di “ucciderli” in quanto tali, perché ci sono processi energetici che non possono essere “respinti” da alcun logos, poiché ogni essere cosciente ha il diritto alla vita ed essere e poter avere energia per stare vivo, quindi, non si può negare in alcun modo che un Asimoss al respirare continui a raccogliere Prana dalla Terra per la sua sopravvivenza. Però si che si può negare che, per altre funzioni o intenzioni, questa energia esegua gli ordini o le intenzioni di queste razze.

Come si fa questo? In primo luogo dobbiamo capire che l’energia dipende dalla coscienza, nello stesso modo in cui la materia dipende dall’energia. Come dire, all’interno della gerarchia di gestione e formazione della realtà, per modificare l’aspetto materiale di qualcosa prima devo cambiare il suo aspetto dell’energia, e l’aspetto dell’energia di qualcosa solo cambia modificando la coscienza su di esso. Ciò è evidente quando si fa una guarigione energetica, per esempio, se avete un problema fisico nel vostro corpo può essere risolto solo alle radici e al 100% se si cambia la struttura e l’energia che c’è dietro il problema fisico, e solo può cambiare l’energia di qualcosa quando si ha conoscenza di ciò che si deve cambiare e si capisce come. Così, sempre, in ogni processo di alterazione della realtà, qualunque essa sia, in primo luogo bisogna prendere coscienza, poi si modifica o altera l’energia e, infine, la parte “materiale” riflette il cambiamento o guarigione o modifica.

Con questo stesso processo, un Asimoss può modificare con la sua coscienza l’energia di un evento che si traduce in una situazione negativa per un umano, ad esempio, oppure possono alterare con la propria intenzione cosciente egregore, ottave, processi e qualsiasi elemento energetico che si traduce in problemi, situazioni e manipolazioni nella realtà “solida” per noi. Ovviamente la maggior parte di queste manipolazioni è fatta in modo tecnologico, perché già hanno la conoscenza per questo, però il loro livello evolutivo, quasi 45 livelli al di sopra del nostro attualmente, gli permette di interagire con il campo quantico della Terra, ed il sistema solare a volontà.

Se mettiamo gli Amoss per esempio, che hanno un livello evolutivo di gran lunga superiore a quello degli Asimoss, possiedono, alcuni di loro, quasi la metà del potere che ha lo stesso logo planetario per manipolare i campi energetici, che è un “mal di testa”, e ora parlo come David, a livello della mia situazione e realtà personale, perché solo con l’intenzione puoi alterare il tuo giorno per giorno e capovolgerlo, all’avere la capacità di manipolare le strutture della tua realtà solo con l’intenzione di farlo, per avere dominio su questi due campi energetici, quello della Terra e quello del sistema solare, con un potere incredibile. Credimi se ti dico che la mia realtà viene costantemente manipolata in questo modo per rendere la mia giornata molto complicata, e questo è qualcosa che non ti rendi conto finché non comprendi che non hanno bisogno di starti vicino per bloccarti o attaccarti, dal momento che si collegano al campo “quantico” della Terra e la loro capacità di manipolarlo fa il resto.

Bene. Se questo concetto è difficile da capire, penso che la seguente analogia sarà più facile. Pensa ai film di Star Wars, la Guerra delle Galassie ed al concetto di “forza” che tanto i “Jedi” che il “lato oscuro” dominano. Qual è la “forza” di cui parlano così tanto nel film? È questo campo di coscienza unificato, nei suoi differenti livelli, in questo caso “galattico”, che certe forme di vita, razze, gruppi o specie sono arrivati a dominare per il bene e per il male. Pertanto, quando hai il livello evolutivo con il quale puoi con la tua sola intenzione manipolare l’energia dell’etere quantistico o l’Akasha del pianeta, del sistema solare o della galassia in cui ti trovi, ti converti in uno di quei “Jedi” o “membri del lato oscuro” secondo la polarità con la quale si usano le monadi che lo compongono, avendo monadi di carica positiva o negativa, nonché neutre, ovunque e di forma completamente estesa a tutti i livelli di questo substrato di energia.

Pertanto, dobbiamo chiedere a Kumar e Rawak di cancellare tutti i permessi e le capacità che tutti i gruppi e le entità, che non hanno i codici con il permesso di rimanere sulla Terra, e dobbiamo farlo noi, perché deve esserci una richiesta unanime da parte dell’umanità, almeno una percentuale di essa, che lo solleciti perché possa essere approvata. Come abbiamo menzionato in altri articoli, la petizione non viene approvata o non approvata dipendendo dal numero di persone che lo fanno, ma dipendendo dall’energia e dalla coscienza combinate di coloro che ne fanno richiesta. In maniera che, quando diciamo al nostro Sé Superiore di chiedere qualcosa al pianeta, la richiesta porta una certa carica energetica con un certo grado di coscienza, che corrisponde al grado di intensità e concentrazione con cui è stata fatta la richiesta. Quindi, non è la stessa cosa e non si esegue con la stessa intensità una richiesta fatta dal fare, o guardando la televisione leggendo poche parole senza niente più, rispetto ad una richiesta in cui la persona mette tutto il suo interesse, consapevolezza, focalizzazione e concentrazione. Alcune persone che fanno richieste con molta intensità equivalgono a molti milioni di persone che fanno qualcosa solo per “vedere se funziona” o per provare.

Quindi, finalmente, andiamo con la richiesta per ritirare ad Amoss e gli altri i permessi per usare l’energia per continuare con i loro piani di controllo, e piegare un po’ la resistenza, e vedremo quale effetto ha avuto in pochi giorni. La richiesta è la seguente, solo una volta, al nostro Sé Superiore:

Rivolgendomi al mio Sé Superiore, e attraverso di esso al mio logos planetario, Kumar, e al mio logos solare, Rawak, come responsabile dei campi energetici della Terra e del sistema solare in cui mi trovo. Chiedo come parte dell’umanità, che siano cancellati ed eliminati i permessi, i potenziali, capacità e possibilità di utilizzo, manipolazione, gestione, creazione e alterazione delle monadi che formano il substrato “quantico” dei campi della Terra e del sistema solare di tutti i membri e integranti delle razze Amoss, Asimoss, Zuls, Animiss, Alomiss, quelli conosciuti come i “Grigi” e tutte le entità non corporee, gli esseri e le forze che non hanno i codici reali con i permessi di Kumar e Rawak per rimanere nel suo dominio. Chiedo che siano cancellati nell’immediato tutti i processi messi in moto dalle forze e dai gruppi summenzionati che sono il substrato per le ottave e i processi di manipolazione, distorsione e alterazione della realtà e dei sistemi di vita sulla Terra, non in accordo con il Bene Superiore della vita cosciente in esso. Chiedo e do il permesso, in nome dell’umanità, affinché tutti i Se Superiori possano far sì che questa richiesta raggiunga l’anima, e che l’anima dia l’approvazione sulla base del suo libero arbitrio, per contribuire con la sua coscienza ad essa, ampliando il numero di esseri umani che aderiscono alla richiesta delle loro anime e Se Superiori anche se le loro personalità non sono venute per ottenere questa informazione o comprenderla. Chiedo che tutti i processi energetici siano cancellati e che vengano impartite istruzioni alle monadi dei campi della Terra e del sistema solare in cui mi trovo, in modo che non eseguano o accettino o siano alterati da alcun membro delle razze e dei gruppi menzionati, cancellando tutti i permessi codificati in loro che sono stati acquisiti da Asimoss, Amoss, Animiss, Alomiss, Zuls e Grigi, così come da tutte le entità e le forze che li assistono, per livello evolutivo o per imposizione e sviluppo tecnologico. Per il Bene Superiore di tutta la vita cosciente sulla Terra. Grazie

Facciamolo e vediamo cosa succede a breve. Grazie a tutti.

Traduzione ed adattamento dall’articolo del 16 giugno 2019 del Blog di David Topì in italiano da Giorgia Muglia (giorgiamuglia.com).

Potrebbero interessarti anche...