Cercando aiuto per rendere più flessibili le regole del non intervento

4

Dopo l’ultimo articolo in cui abbiamo messo in moto un processo complicato per chiedere a tutti i Sé Superiori che eseguiranno la richiesta di espellere tutte le entità e i membri delle diverse razze al comando, attraverso la petizione all’anima, e per ordine della coscienza planetaria, il risultato non è stato come sperato, e le contromisure messe in atto dal sistema di controllo “umano”, e da Asimoss e Amoss, è stato inserito nell’ IC (Inconscio Collettivo) il programma di “non ascoltare quello che proviene dai livelli che pretendono di essere il tuo Sé Superiore che non è certo“. Voglio dire, la confusione nell’anima è stata totale, perché ha ricevuto un pacchetto di dati trasmessi dalla sfera mentale preconscia, di “questo che viene da te non è vero“, mentre, direttamente, ha ricevuto un altro pacchetto di dati dal cordone dorato, dal Sé di ciascuno, che ha detto “chiedimi di eseguire ciò che ti spiego ora“.

Circa 10 milioni di anime “hanno dato ascolto” al loro Sé, mentre il resto ha dato ascolto al pacchetto di dati che proveniva dalla propria personalità. In ogni caso, è ancora un passo avanti, ma certamente non è il risultato atteso dal momento che praticamente tutta l’umanità, tranne poche migliaia di persone, è ancora connessa all’IC 33 e quindi, rimarrà sotto la sua manipolazione fino a quando non sarà disconnessa del tutto. Come puoi vedere, ogni volta che mettiamo in moto una misura, l’altra parte mette in moto una contromisura. La differenza è che loro sono consapevoli di ciò che fanno, perché lo fanno e come farlo, e l’umanità non ne è consapevole per la maggior parte.

Pertanto, devi mettere in atto un altro piano. Ed è quello che stiamo facendo.

Di cosa abbiamo bisogno per sbarazzarci di tutti gli Asimoss, Amoss e compagnia? Abbiamo bisogno di tutti i Sé Superiori di tutto il pianeta per estrarli dal sistema energetico delle persone in cui si nascondono. Abbiamo detto che si stanno connettendo, nascondendosi e ancorandosi a tutti quelli che si trovano ai livelli più bassi della linea 33, principalmente, a coloro che hanno maggiori difficoltà a capire ed essere consapevoli di loro, voglio dire, che se uno di noi dovesse dire ad una persona di quei livelli di frequenza che ha un “Anunnaki ancorato e nascosto nel suo campo energetico“, la persona direbbe: “Non so cosa sia, non so cosa mi stai dicendo, non ho alcun campo energetico e non c’è nulla che sia ancorato a me perché non riesco a vederlo“. Poiché questa è la realtà della maggioranza dell’umanità sul pianeta, è lì che tutte le razze di controllo stanno fuggendo.

D’altra parte, quelli che non si nascondono nel sistema energetico degli esseri umani sono nelle loro “basi” e centrali operative distribuite su metà del pianeta, tra cui basi sotterranee, basi in mare e basi sotto le nostre città. Ciò rende anche difficile accedervi, perché nessun Sé Superiore può arrivare a “pulire” una base Asimoss in mezzo al mare o nel sottosuolo, non è la sua funzione, non è il suo scopo, non ha modo di accedervi energeticamente, ecc.. Però, d’altra parte, se le forze ed i gruppi che ci assistono sono consapevoli di questi tipi di luoghi, nei quali, almeno, gli Asimoss e gli altri membri di questi gruppi sono bloccati in questi spazi di controllo che possiedono, saranno più angusti e sorvegliati. Come potete vedere, la situazione è ancora complicata, in base alle informazioni condivise dall’insieme di “guide” e forze che ci assistono nel processo e, anche se non si getta la spugna, non c’è una visione troppo positiva finora.

Cosa facciamo allora? Darle un altro giro di vite. È necessario trovare la formula in modo che, nel rispetto delle regole del gioco (rispetto del libero arbitrio individuale), tutti i Sé Superiori siano messi al lavoro contemporaneamente. Chi può cambiare le regole o permettere che si “rendano flessibili”? Solo l’anima-coscienza della Terra, Kumar, con il permesso, in aggiunta, dell’anima-coscienza-essere del Sole, il nostro logos solare, che si chiama Rawak.

Sembra una di quelle situazioni in cui, se il compagno di classe che hai accanto ti infastidisce, vai a dirlo all’insegnante, e se l’insegnante non gli presta attenzione, lo dici al direttore della scuola e se no, a chi è sopra. Vale a dire, dobbiamo trovare un modo per salire di gerarchia e chiedere assistenza, ed è quello che faremo, per chiedere assistenza direttamente a Kumar e a Rawak in modo che permettano a tutti i Sé Superiore di insistere sull’anima, di bloccare le manipolazioni sulla personalità per questa azione, e poi di nuovo chiedere all’anima di rieseguire la richiesta di estrazione verso la discarica solare di entità a livello planetario.

Così, secondo quanto risulta da questo processo che attueremo, penso che a livello dei Sé Superiori sarà più o meno chiaro quale sia lo stato dell’umanità e le possibilità di liberarci per sempre dai gruppi che controllano il sistema di vita sul pianeta. Andiamo con la richiesta, quindi, solo una volta e ci “raccogliamo” in noi, come sempre, e in un paio di giorni o giù di lì vediamo cosa è successo e quale è stata la risposta:

“Rivolgendomi a Kumar, logos planetario della Terra, rivolgendomi a Rawak, logos del sistema solare, come parte dell’umanità, come parte della specie che è nel processo di un cambiamento evolutivo che si rallenta, vi chiediamo aiuto. Chiedo, tramite il mio Sé Superiore, che si permetta a tutto l’insieme di esseri e Sé Superiori che hanno un’incarnazione attiva sul pianeta, a livello di umanità, siano autorizzati a eseguire i protocolli di blocco nell’anima di tutti i messaggi o tentativi di manipolazione di ciò che viene attraverso i pacchetti e i programmi ricevuti dalla personalità, attraverso la connessione all’inconscio collettivo della linea 33. Chiedo che l’anima sia sollecitata a richiedere la petizione di espulsione di entità presenti nell’avatar che dirige, che coordina e guida. Chiedo che il Sé Superiore di ogni essere umano sia autorizzato a iniziare l’estrazione delle entità automaticamente solo con il consenso dell’anima a farlo, nonostante l’esistenza di paura, resistenza o incredulità a questo riguardo. Chiedo che tutti i Sé Superiori del pianeta siano autorizzati a prendere una parte più attiva, rendendo più flessibili le regole di non intervento presenti di default nel sistema evolutivo del pianeta, al fine di ottenere assistenza dal più alto livello di ognuno di noi fino a quando non possiamo sbarazzarci di quelli che ci impediscono di andare avanti. Grazie Kumar, Grazie Rawak. “

Procediamo con questo e vediamo cosa succede dopo.

Tradotto dal Articolo del 26 marzo 2019 del Blog di David Topì in italiano da Barbara Messe (espavo.it) e rivisto da Jens Auff’m Ordt (akashicproject.com).

Potrebbero interessarti anche...