Eliminare le razze al comando e distruggere il loro inconscio collettivo

1

La storia ci ha sempre detto che, quando l’umanità cerca di avanzare nel suo percorso evolutivo, le leggi che governano i processi macro-planetari e quelle energie che tendiamo ad affrontare come azione-reazione, causa-effetto, tendono ad ingrandirsi, come se una banda elastica, che viene allungata da un’estremità, tentasse con tutti i mezzi possibili di ritornare al suo normale stato di equilibrio, facendo una forza contraria ed opponendo un’enorme resistenza alla forza che la tira.

Ora, affinché l’analogia abbia un certo senso, una parte dell’umanità è come questa banda elastica che sta cercando di allungarsi per raggiungere quell’ altro livello evolutivo, quell’ altra “Matrix 15,6Hz”, a quell’altra realtà, e le forze che sono contrarie a questo sono come le energie che cercano di far ritornare l’elastico al suo punto di partenza e allo stato iniziale. Come lo stato di riposo ed iniziale di un’ elastico, qualunque è lo stato neutro, non ci sono problemi rilevanti nella lotta delle forze naturali che si verificano in questo sistema meccanico, però come lo stato attuale di riposo dell’umanità è uno stato “inattivo”, di incoscienza e certamente” negativo”, ritornare allo stesso non ha nessun senso e non produce nessun beneficio a nessuno. Ciò significa che, ora che stiamo tirando e tirando per continuare e andare avanti, le forze che ci tirano indietro ripetutamente, lo fanno con più intensità, e stanno causando più resistenza e danni di quello che noi persone potremmo essere abituate e sapere come affrontarli. In ogni caso, come sempre, nel processo di “avanzamento” vince sempre quella parte che possiede il maggiore potere di volontà per farlo, e, in questo caso, noi incoraggiamo a rafforzare la volontà contro quelle “forze” che, ogni volta più intensamente, cercano di arrestare ciò che stiamo ottenendo.

Un colpo di stato

Per contrastare un po’ questo effetto, anche noi dobbiamo dare ogni tanto un pugno sul tavolo, un “basta è abbastanza!”, e un “lasciateci in pace!”, e, per questo, dobbiamo sapere quali sono i punti deboli di queste forze. Con quello che stiamo per spiegare ora, chiunque voglia può metterlo in pratica, darà una piccola spinta contro le centinaia di entità, forze, egregore e tutti i tipi di esseri che sono ancora attivi per, in primo luogo, prosciugare le nostre energie, secondo, confondere la nostra psiche, terzo continuare manipolandola e quarto impedire che nessuno, assolutamente nessuno, aumenti di vibrazione all’interno dei livelli della linea temporale nella quale si trova.

Come lo facciamo? Come combattiamo contro qualcosa che non vediamo? Come possiamo credere a qualcosa che leggo in un articolo che qualcuno scrive però di cui non abbiamo alcuna certezza, prova o modo di confermare con mezzi “materiali” e “normali”? Combattiamo con la coscienza, perché nel momento in cui molti milioni di persone “capiscono” qualcosa, viene allo scoperto il potenziale di manipolare questo “qualcosa” con l’informazione che si integra, e per il potere che si ha quando si sa cosa sta succedendo e come cambiarlo.

Ogni razza con il suo nome

La prima cosa che faremo è dare un nome alle cose. Voi tutti sapete che le due razze principali che rallentano il progresso dell’umanità ed il progresso del passo evolutivo sono quelli che i Sumeri chiamavano Anunnaki, da un lato, e quelli che gli ufologi di solito chiamano Draconiani. Ebbene, questi nomi non hanno il “potere”, perché sono “inventati” dagli esseri umani, in modo che, non potendo usare il loro vero nome con la vera vibrazione, non abbiamo così tante possibilità per combattere quelli che ci manipolano. È come se a te, essendo il tuo vero nome Antonio o Sofia, ti chiamassero Francesco o Irene, dotando di meno “impatto” qualunque interazione che si possa verificare con te, o riducendo la portata di energia delle forme mentali e petizioni che vengono fatti contro di te, perché non si sta utilizzando la corretta vibrazione del nome reale che è assegnato a te e che è correlato con la tua struttura fisica, energetica e mentale, e, quindi, se fanno qualcosa contro “Francesco” essendo Antonio il vero nome, energicamente parlando, “Antonio” non riceve la forza o l’impatto, in quanto c’è un “schermo mentale” associato ad un’altra vibrazione che riceve ciò che è emesso contro di voi, ma che non è diretto alla vera frequenza del nome che ti rappresenta.

Qualcosa di simile accade con le entità e le razze che stanno dietro la manipolazione della razza umana, non chiamandole con il nome adeguato, non abbiamo tanto potere su di loro. E questo lo andiamo a cambiare.

Se sentiamo una conversazione telepatica tra due membri delle razze che chiamiamo “Draconiani“, sentiremmo che loro si riferiscono a se stessi con il nome di “Amoss“, perché il nome che diamo a loro e la loro costellazione di origine, “Alpha Draconis”, loro la chiamano “Amiris” e quindi “Amoss“. Se ascoltassimo o ci sintonizzassimo su una conversazione mentale tra due Anunnaki, sentiremo che loro chiamano se stessi “Asimoss“, che, come vedi, è molto simile a “Amoss”, poiché, in qualche modo, le diverse razze che fanno parte del conglomerato che gli antichi Sumeri chiamavano Anunnaki, sono parenti lontani di questi primi. Pertanto, “Amoss” e “Asimoss” sono due nomi molto più potenti per poter ridurre l’impatto sulla psiche e contrastare il potere su di noi rispetto all’uso dei termini “Draconiani” e “Anunnaki”, e questo è ciò che andiamo a fare d’ora in poi.

E questo per cosa?

Molto bene, molto interessante e molto bello, diranno alcuni. E questo per che cosa serve? Bene, questo serve perché faremo una petizione al nostro Sé Superiore perché rimuova e faccia tutto il possibile per espellere tutti i Amoss o tutti i Asimoss da noi e dal nostro ambiente. Come è questo? Sono intorno a me? Sono in giro per tutto il mondo, perché agiscono, e questo abbiamo già detto più di una volta, dal piano fisico, nella zona sopra l’ultravioletto che i nostri occhi non captano, e, da lì, stanno rallentando, bloccando e manipolando tutti gli esseri umani con due obiettivi, che nessuno salga di vibrazione fino all’ultima ottava della linea 33, da dove si può passare alla 42 in un certo tempo come abbiamo detto, e che nessuno passi dai livelli più bassi della 42, da dove si potrà passare di realtà in qualche tempo, quando sarà il momento.

Quindi, al momento, non c’è nessun essere umano sul pianeta coinvolto nel suo percorso di crescita personale, che non viene osservato più da vicino dai servitori e membri di una razza o di un’altra, che sono quelle che hanno preso principalmente in carico di prevenire tutti i salti di coscienza e di livello degli esseri umani.

Bene, come sappiamo che questo è reale? Di nuovo, la cosa più semplice, è chiedere sempre al tuo essere o Sé Superiore una conferma di ciò che ti sto spiegando: “se è vero che i nomi di quelli che chiamiamo Draconiani o Anunnaki sono Amoss e Asimoss chiedo di vedere tale cosa nella mia realtà …” “Se è corretto che lavorando con i nomi reali di questi gruppi loro hanno meno potere su di me chiedo di vedere tale cosa nella mia vita …” E tutte quelle possibili domande che potete avere per ricevere certezze di ciò su cui andrete a lavorare, per quelli che lo vogliono fare.

D’altra parte, dal momento che non sono soli, ma anche altre razze minori e sottomessi a loro fanno parte dell’elenco di forze ed entità che rallentano e agiscono contro l’umanità, dobbiamo fare lo stesso anche con queste. La razza che possiede caratteristiche di “Insettoide” è chiamata “Zul” da loro stessi, e la razza che possiede caratteristiche di “Mantide” è chiamata “Alomiss” da loro stessi. Pertanto, anche se altri nomi che potresti aver sentito sono corretti, cioè, anche se sono state usate altre denominazioni per riferirsi a queste quattro grandi razze al comando, dobbiamo usare il nome che le stesse razze e gruppi si attribuiscono internamente, perché è il nome che è associato al loro inconscio collettivo.

Smantellare il loro inconscio collettivo sulla Terra

E qui andiamo ad “attaccare”. Spero che nessuno si senta sconvolto da questa “infusione” di energia “da battaglia” dell’articolo di oggi, dal momento che ci stanno bloccando a livelli enormi, quando una parte della popolazione potrebbe già quasi essere al livello 21 della linea 42, quello che sta succedendo è che invece di salire, ci sono molte persone che sono di nuovo al di sotto del livello 5. Quando molte persone erano già vicine all’ultima ottava della 33, sono tornate sotto i livelli inferiori a 10. E così finiremo per non andare da nessuna parte, poiché il viaggio che ci attende può diventare eterno se non diamo un colpo di scena agli esseri umani, siamo noi che dobbiamo prendere le redini di questo processo, perché, per quanto ci stanno aiutando dall’esterno, non possono violare il nostro libero arbitrio e fare le cose al nostro posto. Pertanto, cominceremo a smantellare gli inconsci collettivi “locali”, cioè, sulla Terra, delle grandi razze al comando, e ciò equivale a smantellare i loro sistemi di comunicazione telepatica, poiché loro si che usano il proprio inconscio collettivo come mezzo di supporto e comunicazione, non come mezzo di manipolazione come nel nostro caso, e come abbiamo già spiegato.

E quali conseguenze ha questo? Cosa mi succederà se comincio a “combattere” contro di loro? Non ne avrete nessuno se lo fate dal vostro Sé Superiore, non dal vostro Ego, dalla personalità o persino dal livello dell’ anima. Che cosa significa e qual è la differenza? Che solo chiedendolo una volta al nostro Sé Superiore e poi ritirandoci sarà sufficiente. Perché? Perché poi tutti i Sé Superiori del pianeta che hanno ricevuto la petizione dalla loro parte “cosciente” a livello della personalità inizieranno a lavorare insieme, in blocco, ed è qualcosa che loro stessi hanno deciso di fare così, poiché, essendo al di fuori della struttura spazio-temporale possono agire senza possibilità di ritorsioni. Dal momento che sarà impossibile sapere, da parte di un’entità, se l’attacco proviene da un punto del pianeta o da un altro, sarà difficile trovare l’origine in una persona che ha chiesto questo intervento. Inoltre, come misura precauzionale, andiamo ad oscurare anche questa richiesta come vedrete ora.

Quindi, proviamo a vedere le conseguenze favorevoli che questo conflitto di forze può avere, uscendo dall’apatia e dalla modalità “passiva” e reattiva, e cominciamo a funzionare in un modo “difensivo” prendendo potere su ciò che abbiamo il diritto di gestire, il nostro proprio percorso di crescita e l’evoluzione della nostra specie.

La petizione, come sempre, è la seguente:

Chiedo che vengono oscurate da questo momento le richieste che faccio al mio Sé Superiore in modo tale che, dall’esterno, non possano essere percepite né lette da nessuna forza, essere o entità che è presente in me, mi perseguita o mi monitorizza.

Chiedo che le richieste che rivolgo al mio Sé Superiore siano oscurate da questo momento, in modo che, esternamente, non possano essere percepite o lette da alcuna forza, essere o entità che è presente in me, mi persegue o mi monitorizza. Chiedo che vengono messe in atto da parte del mio essere e dei restanti Sé Superiori tutti i meccanismi comuni di distruzione degli inconsci collettivi di tutte le razze, gruppi e specie che governano il sistema della vita sulla Terra, iniziando il processo con gli inconsci collettivi di Amoss, Asimoss, Zul e Alomiss, disintegrando i loro sistemi di comunicazione, le loro connessioni di gruppo, e distruggendo e cancellando tutto il contenuto di questi, a livello di informazione, potere, energia e capacità di controllo. Chiedo che vengono espulsi alla discarica del sistema solare, tutti gli Amoss, Asimoss, Zuls e Alomiss presenti in me, su di me, intorno a me e nel mio ambiente, dando il permesso affinché siano espulsi dal pianeta con forza quando non accettano di andarsene volontariamente dopo l’avviso del mio essere o Sé Superiore. Chiedo che questa richiesta venga impostata a ripetizione continua a partire da ora, che sia costantemente in esecuzione da parte del mio Sé Superiore con codici di massima priorità e che si mantenga attiva fino a quando io darò l’ordine di cancellarla coscientemente. Grazie.

Speriamo che abbia l’effetto desiderato e che ci dia una pausa per poter continuare con il lavoro che abbiamo in sospeso.

Tradotto dal Articolo del 12 marzo 2019 del Blog di David Topì in italiano da Jens Auff’m Ordt (akashicproject.com) e rivisto da Giorgia Muglia (giorgiamuglia.com).

Potrebbero interessarti anche...