Giochi matematici con 33 e 42, linee temporali e l’origine della numerazione di queste corsie

cv

Qualche giorno fa ho condiviso una notizia sul canale telegram dove un buon amico mi aveva inviato un problema matematico che riguardava i numeri 33 e 42 [in lingua spagnola] e che era stato appena risolto, qualcosa che stava provando da tempo e le cui variabili, 33 e 42, erano le uniche due incognite in attesa di “risolvere” un’equazione che, secondo l’articolo, risaliva probabilmente ai tempi remoti degli antichi Greci, sebbene, in tempi più recenti, era un problema che aveva impegnato i matematici per diversi decenni.

Perché il 33 e il 42 sono tra i parametri e i numeri che appaiono ovunque in diversi algoritmi, misure ed elementi “comuni” che usiamo nel nostro quotidiano, al di là di questi complessi problemi matematici?

Se ti rendi conto, molte delle bevande che consumiamo vengono in bottiglie o lattine da 33 cl, molti degli eventi più “negativi” accadono in relazione al numero 33 (numero di persone coinvolte, durata delle situazioni, ecc.) e, in generale, 33 appare ovunque quando qualche “bassa vibrazione” è coinvolta, mentre il 42 appare quando è tutto l’opposto, senza essere estremamente negativo in un caso, né estremamente positivo in un altro, poiché puoi semplicemente vedere il numero 33 sul tuo orologio e renderti conto che hai appena perso l’autobus quando sei arrivato alla fermata per qualche secondo, o hai appena visto un annuncio di qualcosa del valore di 42 euro e scopri quando giri la testa vedi un amico passare sul altro marciapiede. Sono indicatori di questo tipo di situazioni “banali” su piccola scala nella realtà di ognuno di noi, e quindi, estrapolati a livello macro, sono indicatori di energie con una certa vibrazione che finiscono per “compattarsi” in due macro corsie energetiche che corrispondono alle linee temporali 33 e 42.

Ma perché il 33? Perché il 42 e non il 17 o il 231?

Come avevo già spiegato nel blog qualche tempo fa, i numeri 33 e 42 non sono casuali, ma “sorgono” dalle posizioni sul piano mentale da dove le due corsie temporali che “abbassano” [tutte le frequenza di] tutti gli eventi e scenari mentali fino il piano eterico, e da lì fino al piano fisico per la sua manifestazione. Ma, ancora una volta, perché non derivano queste corsie dalla posizione 56 del piano mentale 56 o dalla posizione 189?

Il piano mentale del nostro pianeta è una struttura ben definita in “griglie energetiche”, come se ci fosse un’enorme “matrice 5D” che contiene al suo interno la struttura eterica e questa, a sua volta, contiene al suo interno la nostra struttura fisica. Sebbene li rappresentiamo come sfere contenute l’una nell’altra, ed è corretto farlo così, la struttura della “sfera” o del “livello mentale” del pianeta è suddivisa in spazi penta-dimensionali (ciascun blocco con 5 dimensioni, quattro spaziali e una temporale, che permetto lo spostamento delle diverse sfere di coscienza di tutti gli esseri che abitano sul nostro pianeta per generare la percezione del tempo, come avevamo spiegato nella risposta alla domanda #157).

Ogni blocco del piano mentale, quindi, ha un “numero” in base alla sua posizione nella struttura mentale complessiva, e questa numerazione viene data dalla frequenza di vibrazione delle particelle che formano quella concreta parte del intera struttura.

clip_image002Sebbene questa spiegazione sta diventando complicata, immagina semplicemente che il piano mentale della Terra fosse come un enorme cubo di Rubik 5D, e in ogni sotto-cubo della struttura ci sono energie mentali e componenti differenti. In alcuni di questi “sotto-cubi” si trovano l’inconscio collettivo delle diverse specie di flora e fauna, in altri sotto-cubi si trovano l’ inconscio collettivo [della linea temporale] 33 e l’ inconscio collettivo [della linea temporale] 42, in altri sotto-cubi ci sono gli inconscio collettivi nazionali, regionali, locali, ecc. A volte, questi campi energetici coprono più di un “sotto-cubo” o blocco, quindi, inoltre, immagina che quel “cubo di Rubik mentale” sia suddiviso in sette sotto-livelli “superiori ed inferiori”, un’ottava, dove nel sotto-livello 3.1 (il piano mentale è il terzo piano) si trovano i campi e le energie che formano principalmente la realtà umana con tutti i suoi egregore, scenari, inconsci collettivi, ecc., dove nel sotto-livello 3.2 si trovano i diversi archetipi, i sistemi mentali di coordinamento dei campi del sotto-livello 3.1 ed altri meccanismi di gestione della realtà sul pianeta, e dove nel piano 3.3 si trovano altri tipi di energie mentali e gli “habitat” per gli esseri che abitano questo livello come la loro “casa” e che noi molte volte abbiamo chiamato “forze e gerarchie planetarie” in modo generico (e che usano anche molti altri livelli superiori al sotto-livello 3.3 oltre al resto dei piani di vibrazione maggiore della Terra).

Quindi, tornando alla domanda, perché iniziano le linee temporali, che già conosciamo, nel “cubo 33” o nel “cubo 42”?

Avevamo anche già spiegato che, inizialmente, esistevano molte altre linee temporali nel pianeta al livello macro e che queste si erano collassate e raggruppate tra di loro, riunendo per frequenza di risonanza tutti gli eventi mentali di una vibrazione più o meno simile in uno dei blocchi del piano mentale, e tutti gli eventi di un altro tipo di vibrazione in un altro. È come se dicessimo: “tutti gli scenari e ed i fotogrammi “statici “che possiedono la vibrazione simile ad ”A” li metteremo insieme nel blocco 33 del piano mentale, in modo che “cadano” sul piano eterico e da li si manifestino come scenari fisici e solidi nel mondo dei nostri sensi. E tutti i fotogrammi statici e gli scenari che hanno la vibrazione simile a “B” li uniremo nel blocco 42 del piano mentale e da lì “cadranno” sul piano eterico e si materializzano sul piano fisico.

Quando c’erano più “blocchi” che raggruppavano e si dividevano questi scenari e forme mentali, che danno inizio alla creazione della realtà, c’erano diverse possibilità per un essere umano di percorrere su una corsia temporale di altre linee temporali che oggi non sono più disponibili, perché con i cambiamenti nella struttura del pianeta per creare la nuova Terra 15,6Hz, lo spazio destinato alla Terra 7,8Hz doveva “ridursi” e molti “blocchi mentali” erano stati liberati per poter essere usati come substrato base per il piano mentale 15,6Hz.

Quindi, immagina dunque il nostro enorme “cubo di Rubik mentale 5D”, la metà o anche di più del “cubo” ora viene assegnato a processi e substrati per la costruzione del nuovo piano mentale 15,6Hz, lasciando solo un piccolo numero di “blocchi mentali” per sostenere la realtà 7,8Hz. Con meno “spazio mentale” per la realtà attuale che fa da “casa” per l’umanità, tutti gli scenari e le energie mentali hanno iniziato a “comprimersi” e a spostarsi fino ai spazi mentali liberi non utilizzati per la creazione della nuova Terra e, infine, solo due “sotto-cubi”, quello che aveva la posizione 33 e quello che occupa la posizione 42, sono stati “designati” dalla coscienza planetaria, Kumar, per ospitare gli eventi, le energie ed i campi per le due macro realtà e linee temporali che sono rimaste attive sul pianeta: la 33 come la linea temporale che sostiene la realtà “attuale”, ciclica e ricorrente della maggior parte dell’umanità, e la 42 come la linea temporale che supporta il passaggio verso la nuova Terra 15,6Hz .

Questa assegnazione di numeri non era del tutto casuale perché “solo” quegli “spazi” rimanevano quando si utilizzava il resto per la costruzione del nuovo piano mentale, dato che le particelle che formano il cubo 33 5D del piano mentale hanno una vibrazione che si trova mediamente tra i 7 e i 11Hz, mentre le particelle che formano il cubo 42 5D dello stesso piano mentale hanno una vibrazione che va dai 11Hz ai quasi 15,6Hz, pertanto, l’unica corsia evolutiva che permette un “percorso per uscire” dalla realtà attuale 7,8Hz fino alla realtà 15,6Hz era una corsia che era collegata e utilizzava la vibrazione del cubo 42, e fu lì che la corsia temporale con la massima vibrazione fu “ancorata” (secoli fa), e che avrebbe dato luogo, molto più tardi, alla linea [temporale] di passaggio al prossimo livello evolutivo.

Il futuro della linea temporale 33

Sono consapevole che questo argomento è complesso, ma spero che se leggi tutto questo con calma diverse volte e lo assimili poco a poco, comprendi meglio il significato e l’apparizione dei numeri 33 e 42 nella vita quotidiana, nei problemi matematici come menzionato all’inizio e nel divenire della nostra società. In questo momento, poiché la linea temporale 42 è già in pista, sarà molto ben protetta con le membrane che vengono installate e in meno di un anno verrà aperto il ponte di passaggio da una all’altra, la preoccupazione è cosa fare con la linea temporale 33, il suo futuro, il suo divenire, verso quali scenari ci porta, chi otterrà il pieno controllo del inconscio collettivo 33 (come avevamo spiegato in un’ altra risposta alla domanda #156), dato che tutto ciò che si “forma” nel cubo 33 del piano mentale a livello energetico, è ciò che vedremo manifestarsi nel piano fisico della linea temporale 33, ed è lì dove giochiamo il destino della maggior parte dell’umanità che difficilmente riuscirà, a causa della mancanza di consapevolezza, conoscenza e interesse, a fare il salto alla linea temporale 42, per poi proseguire verso la nuova Terra.

Magari riusciremo a darci un’occhiata, vedremo, ci concentreremo maggiormente su articoli e petizioni per cercare di correggere il corso di questa linea temporale 33 in futuro, non lo so ancora, lo devono decidere i nostri Sé Superiori, pubblicherò ciò che il mio e quelli che mi assistono mi spiegheranno a proposito, e cosa riesco a capire e comprendere di tutto ciò mentre attraversiamo le diverse ottave che sono in corso, sia per continuare a combattere il sistema di controllo su tutti i livelli sia per continuare ad aiutare quelli che stanno nella linea temporale 42 per muoversi il più rapidamente possibile verso il sotto-livello 21, prima del passaggio alla nuova realtà ed al nuovo livello evolutivo.

Traduzione in italiano e adattamento dall’articolo del 17 settembre 2019 del Blog di David Topì di Jens Auff’m Ordt (akashicproject.com).

Potrebbero interessarti anche...