I Grigi

gr

Come molti di voi hanno visto nell’ultimo articolo quando abbiamo fatto la checklist dei processi in corso e abbiamo aggiornato il numero di membri delle diverse razze di controllo che sono rimaste sul pianeta, c’era un’indicazione che mostrava che c’erano circa 300 “Grigi” nella la Terra. E questo? Cosa sono i “Grigi“? Perché gli diamo questo nome? Che potere hanno o lasciano all’interno di questa struttura?

I “Grigi” sono probabilmente la razza più conosciuta per la maggior parte delle persone che non hanno nemmeno sentito parlare degli “Anunnaki” ma hanno visto cartoni animati tipo “American Dad!“, hanno visto film di Spielberg o hanno avuto qualche pupazzo a forma di extraterrestre tra i giocattoli dei loro bambini. E sono una razza, di cui parleremo ora in dettaglio, che ha sempre fatto da collegamento e intermediari tra Asimoss, Amoss ed i cerchi di potere degli umani.

Chiamiamo “Grigi” un tipo di essere cosciente che ha la caratteristica di avere una testa ampia, pelle grossa e grigia, collo piccolo e corpo “corto”, di una statura che varia tra 50 cm e un metro e mezzo, sono quelle sotto razze che stanno collaborando con gli Asimoss, e che sono stati creati da questi. Vale a dire, la razza che chiamiamo “Grigi” era anche una creazione degli stessi Asimoss, molto prima che iniziassero il processo di trasformazione del Manu in Lhulu e che in seguito si convertissero in homo sapiens, quindi sono molto più vecchi di noi e hanno un livello evolutivo, sebbene incrementato artificialmente per elevazione frequenziale e espansione tecnologica della loro coscienza collettiva, circa la metà del livello evolutivo dell’asimoss.

I “Grigi”, attraverso la loro storia come razza, si sono evoluti e sono stati prodotti, come con l’essere umano, diversi “modelli”, che inizialmente avevano diversi scopi per l’ Asimoss, sebbene, in quasi tutti i casi, dovevano servire loro nelle loro “conquiste planetarie” ed aiutare a soggiogare o mettere in moto i sistemi di controllo di quei luoghi che colonizzavano o conquistavano. Pertanto, ed è possibile che alcuni di voi già lo sappiano, gli esseri umani parlano di tre tipi di “Grigi” in base alla loro altezza: i “Grigi Bassi“, i “Grigi Medi” ed i “Grigi Alti“. Per quanto semplice e sciocca possa sembrare questa classificazione, l’ignoranza dell’umanità su di loro e i pochi di quelli che si sono incontrati con loro e sono stati in grado di sapere di questa razza, fanno si che solo con le dimensioni li abbiamo classificati per comprenderci tra di noi.

Pertanto, i “Grigi Bassi ” sono quelli che, attualmente sulla Terra, stanno collaborando con l’ Asimoss, e, di loro, rimangono quei 300 membri. I “Grigi Medi “, se ne andarono con il primo cambiamento, essendo un altro sottogruppo che, avendo un livello più alto di coscienza, intelligenza e tecnologia, si sono guadagnati un po’ più del diritto di decidere se collaborare o meno con l’Asimoss, e poi, gli “Grigi Alti” da molto tempo si sono ribellati completamente contro i loro creatori e ora fanno parte dei gruppi che, nonostante l’incredulità che questo può comportare per molti, stanno cercando di assistere la razza umana mediante l’aiuto al pianeta per creare e mantenere le strutture di passaggio da una linea temporale ad un’altra (cioè, non stanno intervenendo nell’umanità, ma stanno aiutando Kumar, insieme a molti altri gruppi e gerarchie, a creare la struttura necessaria per il lavoro che noi dobbiamo fare).

I “Grigi Bassi”, inoltre, sono famosi per temi legati ai rapimenti di esseri umani, usati per studiarci con il permesso dei governi mondiali, che nel 1954 ratificarono un patto con loro che iniziò ai tempi di Mosè per mantenere il controllo su di noi, in cambio di “élite” umane che hanno accesso a cose come il transistor, il laser, la tecnologia di computer, armi, ecc. Tutto ciò che è stato firmato da Eisenhower con i Grigi e in nome dell’Asimoss e delle altre razze, proprio come ai tempi del Mosè biblico direttamente con l’Amoss e l’Asimoss (Yahweh biblico = Romano Jupiter = Greco Zeus = Amon Egiziano = Sumero Enlil = uno dei capi di un clan Asimoss).

All’interno delle responsabilità dei Grigi c’è la gestione degli eventi sportivi dell’umanità per estrarre tutta l’energia possibile dalle masse che si radunano ogni giorno in milioni di migliaia di posti sul pianeta. Perché questi eventi “moderni” sono la continuazione dei giochi e delle offerte agli dei del passato, si segue raccogliendo l’energia che milioni di persone generano attraverso l’ansia, l’emozione, la rabbia, la frustrazione e altre alterazioni energetiche ogni volta che c’è un torneo, una partita o una competizione, e sono emessi da tonnellate sul piano fisico, eterico e mentale della Terra. Con i sistemi tecnologici, di canalizzazione distribuzione di tutta quell’energia, sia i quasi già inesistenti primi due cerchi di potere, come il terzo e il quarto livello di controllo dell’umanità, dispongono di risorse inesauribili per controllare, mantenere e continuare a gestire il sistema della vita sul pianeta. Può sembrare divertente o tremendamente orribile, ma se si considera che facendo vincere o perdere una certa squadra o atleta si può generare più energia che con un’altra forma, i risultati e la manipolazione energetica delle partite sono moneta comune e parte dei loro compiti. Pertanto, non sempre vince quello che gioca meglio, ma quello che può produrre con la sua vittoria o la sconfitta più quantità di “carburante” per chi ne ha bisogno e per essere usato contro di noi.

D’altra parte, i Grigi hanno una coscienza collettiva, con poca individualità, in modo tale che qualsiasi ordine o indicazione che viene loro data, viene trasmessa alla coscienza collettiva, e coloro che sono disponibili a realizzarlo sono messi a eseguirla. Hanno un certo grado di libero arbitrio per sperimentare e fare ciò che vogliono con gli esseri umani, purché non salgano al di fuori delle linee guida globali imposte a loro dagli Asimoss.

Essendo già in procinto di essere estratti, tutti i “Grigi Bassi” che sono sul pianeta sono praticamente confinati insieme agli Amoss e ai pochi rimasti Asimoss che rimangono nelle loro basi più profonde e protette, dove devono essere forze “speciali” come gli “Grigi Alti” stessi e altri gruppi quelli che intervengono per farli uscire dal pianeta.

La storia di questa razza è anche afflitta dal dolore e dalla sofferenza, perché sono stati creati come noi, ma dotati di DNA molto povero, con scarso potenziale, e sono stati autorizzati a progredire e ad evolversi attraverso processi tecnologici quando richiesto. Non sono mai stati liberi. Solo quando gli “Grigi Alti” sono riusciti a “fuggire” in massa da uno dei loro luoghi di origine, che noi conosciamo come la costellazione di Zeta Reticuli, hanno potuto iniziare un processo di disconnessione dal dominio Asimoss e condurre il loro sottogruppo, gli “Alti” “, verso una naturale evoluzione e crescita basata sul servizio ad altri gruppi che si trovavano nella stessa situazione. Per i “Bassi” Grigi, il loro livello evolutivo non consente loro di fuggire, poiché dopo la scissione del gruppo “Alto“, il loro controllo è stato raddoppiato da parte degli Asimoss e, poiché i “Grigi Medi” avevano già un livello molto elevato da sottomettere a quello estremo, con quest’ultimo sono stati fatti pertanto accordi di cooperazione secondo gli interessi di entrambe le parti.

Finalmente, e con questo finiamo, la storia dei “Grigi” non è l’unica del suo genere, sia Asimoss che altre razze con simili conoscenze genetiche e tecnologiche hanno creato molte specie viventi e coscienti come noi e come molti altri, e queste sono distribuite in molti posti nella Via Lattea. È il potere in senso negativo che dà loro la conoscenza delle leggi della genetica e della manipolazione dell’energia che permette loro di fare quello che fanno, ed è per questo che, prima o poi, procederemo ad eliminarli completamente dalla faccia della galassia, sia Asimoss che Amoss, quando l’umanità della linea 42 si troverà al livello giusto per questo, perché ora si, non sono più un problema o un ostacolo, e ci occuperemo, entro qualche tempo, ma lo faremo, in modo che non possano fare ciò che hanno fatto a noi, ai Grigi o a innumerevoli razze e gruppi per millenni. La causa-effetto, l’azione-reazione, si compie sempre e arriverà il momento in cui prenderemo parte al processo.

Traduzione ed adattamento dall’articolo del 13 maggio 2019 del Blog di David Topì in italiano da Giorgia Muglia (giorgiamuglia.com).

Potrebbero interessarti anche...