I meccanismi del passaggio alla nuova realità – continuazione della spiegazione

ab

La “battaglia” per ripulire il pianeta ed espellere tutti i membri delle razze, che precedentemente avevano il controllo del sistema di gestione dell’umanità all’interno dei due principali livelli di potere del pianeta, è ancora in corso. Alcune di queste razze hanno aumentato il numero dei loro membri, debito delle loro capacità riproduttive e dell’assistenza che si danno tra di loro per essere in grado di svilupparsi a livelli estremamente rapidi, quando hanno bisogno di aumentare la loro presenza nei luoghi che gestiscono. Così, poiché molti di loro si riproducono da uova e larve, proprio come alcune delle nostre specie animali o insetti, con cui sono imparentati, continua il lavoro di localizzarli e di provare ad entrare nelle loro basi e centri logistici, da parte di tutti quelli che assistono il pianeta e le sue gerarchie in questo processo di “pulizia planetaria”, per estrarli il prima possibile.

Nel frattempo, tenendo conto che nonostante tutto siamo in qualche modo più tranquilli per poter procedere con i nostri processi di guarigione e di deprogrammazione, perché gran parte di tutti gli Asimoss, Amoss e Compagnia sono preoccupati di difendersi e di non essere localizzati, la maggior parte dell’umanità ha una pausa, e un po’ meno di pressione, per continuare con altre questioni che ci aiuteranno ad avanzare in questo percorso di passaggio alla nuova realtà a 15,6Hz.

Una nuova accelerazione del processo

Tal e come avevamo inserito nell’ultima checklist, il processo di “solidificazione” del piano fisico 15,6Hz è entrato nella nota SOL#, ed, in poche settimane, raggiungerà la nota LA, accelerando il processo di manifestazione dell’ultimo piano che manca per costruire, e riducendo in tempo lineare a circa 7 anni e mezzo il periodo stimato per questo. Ciò significa che, più energia e “potenza” Kumar mette nella creazione di quest’ultima fase della struttura planetaria che sta costruendo, più velocemente, secondo il nostro calcolo lineare del tempo, lo si realizza, diminuendo il tempo mancante per completare la “nuova Terra 15,6Hz”, come l’abbiamo chiamata.

Avevamo anche spiegato, in quest’altro articolo, come avverrà il processo del “cambiamento fisico” della realtà, una volta che saremo in grado di percepire la nuova struttura sovrapposta da quella attuale, e con la totale tranquillità affinché non ci sarà alcuna possibilità di confusione, sensazione di allucinazione o distorsione della nostra capacità per distinguere la realtà “base” in cui siamo dalla realtà “sovrapposta” verso quale vogliamo andare. Per completare questa spiegazione iniziale del tema che abbiamo dato, approfondiremo i meccanismi di questo “trasferimento” fisico in modo da poterlo capire un po’ meglio, senza entrare in fantasie o immaginazioni su qualcosa che, come abbiamo detto più volte, è così reale e meccanico com’è l’andare da un punto ad un altro nella realtà in cui ora ci troviamo.

Tal e come abbiamo detto, una nuova realtà fisica si sovrappone a quella attuale. Solo quelli che hanno tutti i loro corpi sottili compreso il fisico al livello 21 della linea temporale 42 e che si innalzano al di sopra della loro frequenza inizieranno a percepirla. Una volta che cominciano a percepire la nuova struttura fisica a 15,6 Hz, i loro Sé Superiori si incaricano di aiutarli ad attraversare le passerelle e le “porte” del passaggio all’interno delle abitazioni o luoghi in cui si trovano in quel momento.

Questo significa che il mio Sé Superiore costruirà “qualcosa” nella mia casa che mi consente di passare da una realtà all’altra? Qualcosa del genere. Non deve costruire molto, perché la nuova realtà 15,6Hz porta con sé questi stessi ponti di passaggio già installati per “fonderli” con la realtà attuale.

Immagina una nave che deve attraccare in un porto e porta con sé le sue passerelle in modo che i passeggeri possano salire e scendere dalla nave. Immagina inoltre che anche le passerelle fanno da punto di attacco quando la barca è ancorata all’ormeggio, in modo che già da questo stesso ormeggio, non devi fare altro che salire quella passerella che è già arrivata con la barca, senza che nessuno debba costruisci nulla per poterlo accedere.

Questo, trascendendo l’analogia alla struttura del piano fisico 15,6Hz, significa che è già dotato di “passerelle di passaggio” collegati ai punti di attacco che il piano a 15,6Hz possiede sopra il piano fisico 7,8Hz, nella stessa forma che il piano eterico 15,6Hz è agganciato al piano eterico 7,8Hz da un’altra serie identica di supporti e di “fasci” energetici che fungono da ponte di passaggio tra le realtà. Quindi, già ora tutti gli “esseri eterici”, possono, usando quei ponti, cambiare alla nuova Terra, dall’attuale piano eterico al piano eterico a 15,6 Hz, e lo stesso succederà per il piano fisico.

aa

Ma questi elementi di attacco staranno in tutte le parti del pianeta? Praticamente ogni pochi metri c’è uno, il che significa che è molto difficile che non c’è, li dove sei nel momento in cui sei in grado di percepire il piano materiale a 15,6Hz, qualche elemento di attacco e passaggio per te. In questa maniera, non devi stare da nessuna parte sulla Terra in un particolare momento, perché ovunque tu sia quando sei pronto per spostarti alla nuova realtà, avrai qualche “ponte di passaggio” vicino, e, come abbiamo detto, il più probabile è che sia all’interno della tua casa propria.

In ogni modo, una volta che avremo percepito questi passaggi, anche se non saremo pronti ad attraversarli, poiché resteremo ancorati e sintonizzati alla realtà fisica a 7,8 Hz, quindi quando verrà il momento, spiegheremo come “disintonizzarci” con questa e “sintonizzarci” con la nuova realtà, qualcosa che comporterà una manipolazione del punto di ancoraggio che spiegheremo in seguito.

Traduzione ed adattamento dall’articolo del 5 giugno 2019 del Blog di David Topì in italiano da Jens Auff’m Ordt (akashicproject.com).

Potrebbero interessarti anche...