Il comitato di quelli che "governano" realmente in ogni paese e un nuovo cambiamento nelle "ottave karmiche"

5

Le petizioni messi in moto la scorsa settimana hanno già iniziato ad essere eseguite dopo alcuni giorni di “preparazione” e cambiamenti in tutte le strutture planetarie che erano necessari adattare in modo che fossero, dal momento che, soprattutto nel caso di ciò che avevamo chiamato le “ottave karmiche”, abbiamo dovuto apportare cambiamenti nelle strutture che abbassano la “materializzazione” degli eventi dal livello mentale fino a quello fisico, nel livello 1.1, cioè, al più denso di tutti i sottolivelli del piano “solido” che è, in generale, quello che noi classifichiamo come piano “materiale” per i sensi.

Pertanto, da poco meno di un giorno, tutto il processo messo in moto su scala, come quella spiegata nell’ultimo articolo, si va a “confrontare” con una risposta che arriva al 5000% più veloce, “potente” e direttamente al “esecutore” o attivatore dell’ottava. Ora, questo è sufficiente per frenare alcune delle azioni che vengono messe in marcia contro l’umanità per continuare ad alterare la società in cui viviamo e contrastare il piccolo, ma continuo progresso che sta avvenendo? No, perché coloro che fanno parte dei livelli di controllo all’interno dei circoli di potere dall’1 al 10 costringono altri, mediante la manipolazione o con altri mezzi, ad eseguire ciò che loro hanno pianificato, liberandosi del “colpo frontale”, che è “l’ ottava karmica amplificata” e che le sue azioni genereranno a partire d’ora in poi con i cambiamenti nei processi evolutivi che si sono verificati. Pertanto, dobbiamo fare un altro cambiamento nel “libro delle leggi che regolano i processi sulla Terra”, e aggiungere che coloro che incoraggiano gli altri a mettere in moto quelle ottave, azioni o processi che continuano ad andare contro l’umanità, del Bene Supremo di tutti gli esseri viventi sul nostro pianeta, della biosfera, della vita cosciente e di qualunque atto che minaccia lo sviluppo dei processi evolutivi per qualsiasi residente nel pianeta, vede anch’esso che l’ “ottava karmica” lo raggiungere con la stessa forza e velocità.

Non riuscendo a fare questo cambiamento, non avremo ottenuto altro che l’ “esecutore” dell’azione o del processo vede nella sua vita e realtà quei eventi che lo portano a dover compensare e ripristinare il danno fatto, qualcosa che né le “élite” né i membri di rango più alto all’interno dei circoli del potere non sono mai stati, esecutori, essendo solo pianificatori e dando ordini o manipolando gli altri affinché loro li eseguono, rimanendo sempre impuniti, dal punto di vista delle “leggi cosmiche”, per le loro azioni , perché l’onda “effetto-reazione” ritorna sempre a chi la mette in moto, non a chi dice a qualcuno di avviarla. Alla fine dell’articolo inseriremo la richiesta decisa ai Sé Superiori ed ai coloro che ci aiutano per evitare che questa “trappola evolutiva” può ancora essere usato sul nostro pianeta.

Capire chi tira le corde “umane” sul pianeta

Tuttavia, ora dobbiamo fare un ulteriore salto di conoscenza, per la maggior parte delle persone, e spiegare chi sono questi “pianificatori”, poiché sappiamo già chi si trova dietro i livelli 1 e 2 del sistema di controllo dell’umanità, che sono le diverse razze che l’hanno creata o hanno partecipato alla sua apparizione, e di cui abbiamo già parlato per molti mesi, spiegando e “combattendo” contro loro, e ora inizieremo ad “affrontarci”, in un certo senso, al sistema di controllo umano, quello che si trova nei livelli e circoli di potere dal livello 3 fino al 10, come puoi vedere rappresentato in questo piccolo schema che molti di voi hanno già visto più di una volta negli ultimi anni.

Se nei livelli 1 e 2 del potere ci sono 3 membri Asimoss per il primo e 6 membri delle diverse razze che sono ancora sulla Terra per il secondo, il terzo cerchio di potere è composto da 12 membri, discendenti di lignaggi molto antichi che possiedono il controllo su tutte le aree della vita della nostra società, e, nel quarto livello di potere, esistono 24 membri discendenti di quegli stessi antichi lignaggi ma con un rango inferiore. Tratteremo questo argomento in modo approfondito in qualche altro momento, anche se coloro che hanno letto il secondo volume di “Dinámicas de lo Invisible” [“Dinamiche dell’Invisibile”, libro per ora solo disponibile in lingua spagnola] hanno già un’idea dell’argomento. Dato che è veramente lungo da spiegare, al fine di concentrarsi sul problema di “chi” sta “capovolgendo” tutto ciò che può essere capovolto sul nostro pianeta, dobbiamo spiegare il ruolo che possiedono i “comitati nazionali” di gestione dei ciò che succede in ogni singolo paese. E, ancora una volta, prima che saltano gli allarmi della cospirazione, le idee preconcette, tutti i tipi delle teorie sui “padroni del mondo” ed altre distorsioni presenti ovunque nell’inconscio collettivo e in internet, si tratta di approfondire cosa o chi si trova dietro ciò che accade in ogni paese e perché e come lo fanno.

Un po’ di storia antica

Facciamo un tuffo nel passato all’epoca in cui gli Asimoss stavano estraendo oro e altri minerali dalla Terra per soddisfare i loro bisogni sul loro pianeta d’origine. Alcuni di voi avranno letto che c’è stata una rivolta, spiegata in diverse tavole codificate dai Sumeri e ritrovate nel XIX secolo nell’odierno Iraq, che ha prodotto che nessun membro della razza “Anunnaki” (Asimoss) voleva tornare a “spaccare la pietra nella miniera”, e questo ha portato alla creazione dell’essere umano, come abbiamo spiegato, partendo dalla vita animale autocosciente Sauria, il Manu, prodotto della precedente manipolazione del Troodon sul pianeta.

Con il tempo, sebbene all’inizio dei primi esperimenti genetici gli Asimoss potevano controllare perfettamente i Lhumanus, divenne palpabile che, al fine di sbarazzarsi di alcuni compiti di routine, come la gestione giornaliera nelle miniere ed il quotidiano del lavoro che era stato affidato a loro, era più facile mettere alcuni Lhumanus al controllo del resto, iniziando un sistema di gestione piramidale che fino ad oggi perdura in tutte le nostre aree di vita, e che consideriamo come perfettamente normale quando c’è sempre qualcuno che ordina e comanda e coordina gli altri, e che questi altri facciano ciò che li viene chiesto, in quei tempi con la forza e con la minaccia della morte e oggi semplicemente in cambio di uno stipendio e di determinate condizioni di vita.

Poiché era più facile e videro che funzionava bene, scelsero un gruppo di Lhumanus cui genetica fu modificata di nuovo per essere un po’ più capace ed essere più intelligente del resto, cioè, avevano bisogno una serie di intermediari che sapevano perfettamente comprendere i “proprietari” e gli “dei creatori” e che potevano trasmettere ed farsi obbedire dalle “masse” dei Lhumanus. E stiamo parlando anche quando, nei nostri termini, correvano “australopithecus” per il nostro pianeta, quindi non vi era alcuna intelligenza o comprensione oltre le quattro funzioni di base di spaccare, estrarre o eseguire ordini molto semplici.

Evidentemente questo è stato molto facile all’inizio, perché non erano necessario altro che “bestie da soma” e di lavoro, ma, con il tempo, non è era più così, poiché era diventato necessario creare lavoratori più intelligenti e più abili, e dotarli di maggiore destrezza, pertanto, i nuovi modelli degli Homos furono elaborati nei laboratori e resi disponibili agli Asimoss per i loro “scienziati genetisti”, essendo l’ Asimoss, noto come Enki per i Sumeri, il responsabile per questo. E, quando i Lhumanus erano più intelligenti, più controllo era necessario, e più intermediari sotto forma di “caposquadra”, per capirci, dovevano mettersi a gestirli.

Clan al potere sugli altri

Così, a poco a poco, emersero alcuni “clan”, perché non erano nient’altro in quel momento, alcune “tribù” di Lhumanus, che erano superiori al resto, che avevano una maggiore intelligenza ed il favore degli “dei”, gli Asimoss, rispetto agli altri. Questi clan iniziarono a soggiogare al resto e ricevettero certi ordini e richieste dagli Asimoss su ciò che dovevano eseguire e su come dovevano lasciar farsi obbedire dagli altri Lhumanus. In questa maniera, poco a poco, alcuni lignaggi di Lhumanus iniziarono a essere in grado di “dirigere” il resto dei gruppi, tribù e clan “ominidi”, pre-homo sapiens, con l’aiuto di coloro che li avevano creati.

Dato che Asimoss avevamo bisogno che i loro “caposquadra” avessero un maggiore controllo e una maggiore intelligenza, a questi dotavano di qualche meccanismo geneticamente impiantato o manipolato in modo che potessero essere sempre al di sopra del resto, mentre il resto dei Lhumanus si dotava semplicemente della intelligenza basilare per gestire gli strumenti, molto al di là di ciò che è conosciuto dall’antropologia, che avrebbero usato per estrarre minerali o svolgere le funzioni di carico e di trasporto assegnate dagli Asimoss. Ed è che, ricorderemo, l’estrazione del minerale continuava ad essere effettuata con tecnologia Asimoss, non era nemmeno lontanissimo il piano di dotare di asce di pietra e di bastoni appuntiti gli ominidi in modo che avrebbero estratto i minerali nelle miniere sotterranee, quindi, gli Lhumanus, come tali, erano le bestie da soma, erano quelli che separavano le macerie, erano quelli che sollevavano e abbassavano i secchi con l’oro e il resto dei minerali, mentre i trapani, i macchinari e tutto il necessario erano sotto la responsabilità o direttamente degli Asimoss o delle prime “élite” che comprendevano ed erano in grado di gestire qualcosa in più di una lancia e una pietra affilata, sempre senza essere in grado di stare ad un livello così alto da rappresentare un pericolo per i loro creatori.

Quindi qui abbiamo una prima spiegazione globale e generica dell’origine delle “élite”, le cosiddette, che però in un certo modo lo sono, e del sistema di gestione dell’umanità, perché se avanziamo nel tempo lineare molte migliaia di anni, il processo rimane lo stesso. I Lhumanus sono stati manipolati geneticamente ogni pochi migliaia di anni secondo le necessità degli Asimoss e, quelli che hanno il controllo, i Lhumanus che sono stati messi a gestire il resto, continuavano a guadagnare molto più potere su di loro, e più conoscenza e più abilità che superano di gran lunga il Lhumanu “medio”.

E per migliaia di anni continuavano il loro corso con questo tipo di situazione, fino a quando il DNA di quelle primitive “élite” iniziava ad essere così tanto diverso dal DNA del resto, che la differenza di potere, conoscenza e controllo era già abissale. C’erano Lhumanus al potere che erano in grado di comunicare più o meno correttamente con gli Anunnaki mentre il Lhumanu medio stava ancora cercando di imparare ad accendere un fuoco, quindi, puoi già vedere e intuire che il livello evolutivo e la conoscenza di coloro che governano il sistema di controllo del pianeta è lontano anni luce da una persona “normale” che, anche con il suo titolo di studio universitario sotto braccio, non conosce nemmeno una parte infinitesimale di ciò che realmente si conosce e si sa nei circoli superiori del potere del pianeta.

I stessi lignaggi ancestrali

Ma allora, quelli al potere, in quegli inizi, ora sono gli stessi al potere? Sì, i loro clan, ovviamente, o i loro lignaggi, piuttosto. Perché una delle restrizioni imposte ai Lhumanus al potere per continuare ad esserlo era quella di non mescolare il proprio DNA con il DNA di nessun’altro Lhumanu, poiché, altrimenti, in poche generazioni le conoscenze e il potenziale insiti in essi si diluirebbe. Pertanto, i lignaggi in controllo, e useremo questa nomenclatura, dovevano rimanere puri ed isolati dal resto.

Ciò fece sì che iniziassero a non relazionarsi con gli altri Lhumanus così apertamente, che si imposero e creavano il sistema delle caste e dei livelli di potere, che è ancora in vigore in molti paesi, e che si esportava in tutto il pianeta, in tutte le comunità degli “Homo”, il concetto dei sacerdoti o di quelli che parlavano direttamente con gli dei nel nome di tutti gli altri. Questa maniera di creare una società in cui i membri di alcuni clan e lignaggi tenevano il controllo su tutto il resto facendosi passare o prendendo il ruolo di intermediari con i creatori dell’umanità fu perfezionato e sta perdurando nel tempo,

in maniera che, attraverso i secoli, quelli con maggiore potere in questi lignaggi passarono alla clandestinità, non si lasciavano più vedere, non interagivano con gli altri, e c’erano diversi livelli di protezione e controllo tra loro e la massa di Lhumanus presente nel pianeta, quando l’Homo erectus, habilis ed i modelli di quel epoca erano già stati prodotti in massa e gli Homo precedenti sterminati o lasciati morire per tutta la Terra.

Nella nostra epoca attuale

Ora, avanziamo migliaia di anni nel tempo lineare fino al nostro presente con questa piccola introduzione in mente. Pertanto, chi governa in un paese? Chi decide cosa succede in un posto o in un altro? Chi decide se un paese prospera o affonda nella miseria? Lo decidono i membri di un comitato di 11 persone che provengono da questi lignaggi ancestrali e che si trovano in tutti e ciascuno dei paesi esistenti sulla Terra, coordinati dai comitati che governano le macro strutture a livello del continente, e coordinati dai membri dei circoli di potere dei livello tre, quattro e cinque.

Questo significa che esiste un gruppo di 11 persone che detta cosa succede nel mio paese o nella mia zona? Corretto. Questo gruppo di 11 persone è direttamente correlato al terzo gruppo di potere. Pertanto, fu istituito, e questo già da molti secoli, il sistema di controllo di un comitato locale in ogni area del pianeta in cui vi era una popolazione umana autonoma, cioè, in ogni regione in cui esisteva un sistema “politico” ed economico, lì fu istituito un comitato. Questi sistemi e regioni attraversavano diversi stati, imperi, conquiste, cambiamenti e variazioni, ma erano sempre tenuti sotto il controllo degli 11 membri che governavano quell’area o quel luogo, in maniera che non importava se ora l’Impero X si divideva in piccoli pezzi dalle guerre interne, dato che si creava semplicemente un nuovo sottocomitato di 11 membri discendenti diretti delle stesse tribù originali e questi passavano a controllare il nuovo paese, regione o zona che si era separato dal precedente, era stato conquistato o era stato semplicemente raso al suolo da qualsiasi conteso generato dai livelli inferiori del sistema di controllo che non abbiamo ancora visto.

In questo modo, non esiste un paese al mondo che non abbia questo comitato di 11. Ciò significa che nessun sistema politico in nessun paese può decidere da solo cosa fare e cosa non fare, dato che sono i “comitati degli 11” coloro che gestiscono e prendono tutte le decisioni a livello politico, economico, educativo, religioso, sociale, culturale, finanziario, ecc. Quando i livelli inferiori di questo sistema di controllo si ribellano, si combattono l’un l’altro o non desiderano conformarsi agli ordini di questo comitato di gestione, il paese si trasforma in caos, si organizzano rivolte sociali manipolate, crisi economiche, guerre e invasioni, ecc. Quando i membri al potere nei livelli inferiori vogliono liberarsi, vengono liquidati, sostituiti, eliminati dalla mappa o vengono impostate situazioni affinché lasciano l’incarico. Quando un politico in un paese vuole servire il suo popolo e non le sue élite, il paese viene invaso, il paese viene massacrato, il paese viene soggiogato, e, di questo, credo, tutti avete conosciuti esempi noti nella vostra storia come umani in questa ed in altre incarnazioni, e avrai visto cosa succede quando una società, cultura, gruppo o clan non vuole attenersi a qualcun’altro che arriva ad imporre il suo sistema di vita, economico o politico.

Pertanto, il sistema di vita sulla Terra, attualmente, è una complessa rete di persone che dirigono tutte le aree in cui l’essere umano medio può esistere, e decidono come e quando le cose si eseguono ed in che modo. Inoltre, questi comitati, ad esempio tutti quelli che formano i comitati nazionali dei paesi europei o americani, sono coordinati da un super-comitato di 11 membri a livello continentale, in modo che gli 11 che governano “l’Europa”, comandano gli 11 che governano ogni paese o regione d’Europa e così via in ogni continente.

Agire contro di loro

Poiché in generale, sono questi comitati quelli che stanno dando istruzioni ai livelli inferiori del sistema di controllo affinché seminano il caos come possono per tutte le loro aree di influenza, sono loro che dovremmo includere nelle richieste di compensazione delle “ottave karmiche” in modo che la reazione a ciò che pianificano e ordinano raggiunga tutti loro, per pura legge “evolutiva”, facendo parte della vita cosciente sulla Terra, e non solo a coloro che, sotto la loro influenza, per mandato o per manipolazione, iniziano i processi che ultimamente avete visto manifestati e amplificati in tutto il pianeta.

La richiesta, come quella precedente, da eseguire una volta sola, verso il logos planetario attraverso il nostro Sé Superiore, è la seguente:

Chiedo al mio Sé Superiore e do il mio permesso affinché trasmette questa richiesta nel mio nome al nostro logos planetario, Kumar, come responsabile della vita cosciente sulla Terra, dei suoi processi evolutivi, delle sue “leggi” e “norme” e di tutto ciò che è si trova sotto i suoi “domini” e responsabilità.

Chiedo che si amplia il campo di applicazione delle da noi cosiddette “ottave karmiche” affinché sia esteso in modo che non solo chi ha avviato il processo, l’azione o l’esecuzione dello stessa vede il riflesso e il ritorno nella sua realtà la reazione e l’effetto di ciò che si è attivato con i nuovi parametri codificati in precedenza, ma affinché anche coloro che istigano, ordinano, pianificano o manipolano gli altri per iniziare queste ottave contro la vita cosciente sul pianeta, l’umanità, i suoi abitanti e residenti, la biosfera e tutti ciò che si trova sotto la supervisione e la gestione di Kumar, vedono anche loro che vengono raggiunti dalla reazione e l’effetto, non potendo evitare la responsabilità di aver istigato l’azione contraria a tutti i residenti e la vita cosciente sulla Terra, essendo i pianificatori e gli istigatori dello stesso.

Chiedo che si applicano e modificano i parametri di esecuzione automatica delle “ottave karmiche” fino a due gradi di influenza sopra o lateralmente all’interno della gerarchia a cui appartiene l’esecutore della stessa, sia esso umano, entità, forza, essere, membro di una delle razze “in controllo” o di coloro che li assistono.

Chiedo ed autorizzo che questa petizione sia comunicata a tutte le anime di tutti gli esseri umani sul pianeta attraverso il loro Sé Superiore in modo che, anche se la loro personalità non ha avuto accesso a queste informazioni o non ne è consapevole, le loro anime possono decidere liberamente se si aggiungono con la loro coscienza ed energia alla richiesta, in modo che venga trasmessa ed eseguita nel modo più rapido, cosciente ed efficacia possibile. Grazie.

Come puoi vedere, inizia una nuova fase di questa “battaglia” per il nostro destino, in un certo senso, perché stiamo già entrando per affrontare forze umane, potenti, ma già umane con un certo margine di interpretazione del termine, e, da qui, vedremo quali contromisure mettono in marcia e cosa fanno per evitare questo cambiamento nelle regole del gioco che stiamo chiedendo.

Traduzione ed adattamento dall’articolo del 01 settembre 2019 del Blog di David Topì in italiano da Jens Auff’m Ordt (akashicproject.com).

Potrebbero interessarti anche...