Deprogrammazione dei codici di "pericolosità" ed "eccesso" del livello evolutivo

1

Mentre continuiamo a eseguire il processo di deprogrammazione delle routine di auto-sabotaggio spiegate nell’ultimo articolo, aggiungiamo a questa deprogrammazione una sub-routine che ci aiuterà a completare la pulizia di una delle parti della mente dell’essere umano che usano contro noi stessi, quindi, come hai già intuito, e in generale, si preferisce usare per bloccarci, per “attaccarci” e per limitarci tutti i sistemi che abbiamo già in noi e che possediamo per impostazione predefinita e come programmazione, nella mente o nelle strutture energetiche, piuttosto che installare cose nuove che, sebbene sia stato fatto molte volte, richiedono più lavoro da parte di Asimoss, Amoss e il resto delle razze per eseguirlo.

Stato della situazione

In ogni caso, prima di andare alla spiegazione di oggi, vediamo qual è lo stato dei protocolli di pulizia “planetari” che sono in corso. Attualmente, un 30% di tutti gli Asimoss, Amoss e membri del resto delle altre razze sono fuori dal pianeta, sia espulsi che fuggiti. Possiedono la capacità di lasciare la Terra perché hanno la tecnologia oppure “saltano” sulla Luna o su Marte, anche se ci sembra “finzione”, oppure un trasporto “convenzionale” con diversi veicoli “spaziali” che la loro tecnologia e conoscenza ha permesso di sviluppare da millenni. Pertanto, coloro che non vengono estratti, stanno “preparando le valigie” e le forze, gruppi ed esseri che assistono Kumar stanno facendo attenzione a non fare alcun danno o eseguire alcuna azione che potrebbe causare problemi nei punti della Terra in cui si trovano le loro basi logistiche. La situazione è seria, ma è molto promettente.

Si suppone che vogliano “fuggire” per tornare con i rinforzi, è una conclusione alla quale sono arrivati i nostri Sé Superiori dato che nessuna controffensiva è stata iniziata da Asimoss, qualcosa di “strano” conoscendo il “carattere” di questa razza e degli alleati come gli Amoss, “conquistatori per natura” e guerrieri “feroci”, per dirla in modo “poetico”. Come sempre, controllate tutto con il vostro Sé Superiore per continuare a ricevere le certezze di cui avete bisogno per la vostra fiducia nel processo.

Pertanto, se non si stanno preparando a “qualcosa” sul pianeta e fanno i preparativi per uscire da qui, è possibile che provino a raggrupparsi in qualche altro posto per poi ritornare. Il logos planetario sembra contemplare questa possibilità e gli ordini vengono dati in modo che nessuno sfugga. Vedremo che fanno quelle forze che ci assistono per occuparsi di ciò, perché, per la visione della personalità umana, è normale che questo tipo di situazione ci sembri piuttosto preso da un film di Star Wars e, quindi, induce direttamente incredulità e l’attivazione dei programmi associati. É per questo che, probabilmente, i dettagli di qualsiasi tipo di intervento ci verranno spiegati, se si verifica, quando saranno terminati, per evitare che nostre fantasie e pensieri distorti creino scenari nel piano mentale che potrebbero causare movimenti energetici indesiderati che interferiscono nel completare queste ottave di pulizia planetaria con successo.

D’altra parte, molti potrebbero aver visto che la mia pagina Facebook e il mio account Twitter non funzionano più, sono stati disattivati. Doveva essere fatto come una misura “difensiva” e precauzionale, poiché l’egregore di entrambi gli account in entrambi i social network veniva usato contro il mio campo energetico, essendo anche un “faro” per localizzarmi ed essere in grado di “raggiungermi”, perché è così che ci cercano e ci localizzano in generale, con la nostra “firma elettromagnetica”, non con l’indirizzo postale fisico, quindi, ho dovuto annullare rapidamente entrambe le egregore e dissipare tutta la loro energia per poter “sparire” dal radar finché non vediamo cosa succede. Il blog è protetto e “nascosto”, tanto a livello eterico che mentale e la sua egregora da molto tempo, ma il resto degli account e dei sistemi tecnologici che uso no. La diffusione degli articoli li seguite avendoli disponibili attraverso il blog direttamente, telegram o l’email, che non hanno ancora generato egregore abbastanza importanti da rendere il loro utilizzo un problema.

Bene, con queste spiegazioni in mente, partiamo con la deprogrammazione della routine che ci manca da aggiungere al processo che abbiamo iniziato dopo l’ultimo articolo.

Routine di “allarme” per l’espansione della coscienza

Tutti noi, alla nascita, iniziamo dalle sfere mentali un protocollo di connessione all’inconscio collettivo che governa l’area geografica in cui siamo nati per impostazione predefinita, non solo all’inconscio collettivo globale della linea temporale 33 o 42, ma anche agli inconsci collettivi locali, regionali, nazionali, ecc. Questo protocollo attiva automaticamente i programmi che monitorano il modo in cui la persona è, energeticamente parlando, “misurando” l’espansione della sua sfera di coscienza, che è ciò che segna il livello evolutivo raggiunto da quell’essere umano.

Come abbiamo già detto altre volte, e come avete visto nella conferenza sulla deprogrammazione della mente (disponibile in lingua spagnola N.d.T.), la sfera della coscienza è un toro tridimensionale che è parte del corpo mentale dell’essere umano ed in cui non si trova solo la nostra personalità e la nostra coscienza “artificiale”, ma anche la connessione con la coscienza al nostro Sé Superiore.

Il modo di monitorare le persone che espandono troppo la propria sfera, al di là di ciò che è definito “normale” per un umano “medio”, è di installare di serie alla nascita un “codice” o un programma che “salta” quando la sfera di coscienza raggiunge una dimensione molto al di là di del “previsto” di ciò che ci si aspetta o desidera che abbiamo. Quando salta questa “spia” energetica, “qualcuno” (appartenente al sistema di controllo) manda qualche entità a “vedere” chi è e cosa fa questo essere umano che espande la sua coscienza molto oltre il “comune” e, una volta verificato, si aumenta il codice di pericolosità che tutti noi abbiamo normalmente installato nel corpo eterico e mentale e che ci classifica di fronte alle razze al comando ed ai milioni di entità che dipendono da loro e che continuiamo a cacciare.

Pertanto, andiamo a rimuovere entrambe le cose, i codici che ci marcano ed i programmi che avvertono quando abbiamo superato un determinato livello di espansione della coscienza e, inoltre, chiederemo che questa petizione sia condivisa con tutti i Sé Superiori del pianeta, in modo che questi, sebbene la personalità della loro controparte umana non arriverà mai a leggere queste righe, possa ricevere la deprogrammazione se così decidono l’anima ed il Sé Superiore insieme, quindi, ricorda, avendo cambiato le regole del gioco, ora il Sé Superiore ha gli stessi gradi di libero arbitrio che possiede l’anima e quindi può eseguire per tutto il complesso della persona quello che è per il suo Bene Supremo, anche se la sua personalità non ne è consapevole. Questo è possibile perché la personalità è artificiale, creata artificialmente e gestita artificialmente dal programma Ego, quindi non possiede una “gerarchia” (in un certo senso), essendo subordinata all’anima, allo spirito, se è presente, ed al Sé Superiore, ma, poiché fino ad ora il Sé Superiore non aveva il libero arbitrio per agire se la personalità non lo chiedeva, non potevamo iniziare questo tipo di azione che ora possiamo.

In questo modo, chiederemo al nostro Sé Superiore, coloro che vogliono, che se noi eliminiamo i codici che fanno scattare l’allarme al raggiungimento di un certo livello di coscienza, elimineremo anche i codici che ci identificano con un certo grado di “pericolosità” e chiederemo al nostro Sé Superiore di spiegare al resto dei Sé Superiori cosa si sta facendo in modo che loro decidano liberamente se desiderano eseguire lo stesso comunicandolo direttamente all’anima. Se l’anima lo accetta, allora non sarà necessario che la personalità debba chiedere di fare questa deprogrammazione in tutti gli esseri umani del pianeta simultaneamente.

Questa non è una garanzia di successo, ricorda che in alcuni articoli abbiamo fatto una prova di questo meccanismo e solo circa 10 milioni di anime fecero caso a ciò che il loro Sé Superiore chiedeva, mentre il resto, per paura, programmazione e per la confusione causata dai pacchetti di dati che venivano dall’inconscio collettivo ha decisero di non chiedere l’aiuto che si proponeva. Per evitare che questo accada di nuovo, chiederemo al Sé Superiore di bloccare qualsiasi pacchetto di dati che arriva dall’inconscio collettivo all’anima con il messaggio “ciò che sta arrivando dal tuo Sé Superiore non è corretto, non dare ascolto“. La stessa cosa che è stata inviata l’ultima volta, e vedremo se questa volta avremo più successo.

La petizione, quindi, fatta più volte finché hai la conferma che è stata completata al 100% e unendola alla petizione della scorsa settimana, è la seguente:

Chiedo al mio Sé Superiore che elimini tutti i codici ed i pacchetti energetici che mi marcano e identificano con un certo livello di “pericolosità” e “scomodità” nel sistema di controllo dell’umanità sulla Terra, cancellando completamente qualunque identificatore presente in me che può essere usato per monitorare il mio stato evolutivo, energetico e di “pericolosità” secondo la visione delle razze al comando, entità che collaborano con loro ed il sistema di gestione dell’umanità.

Chiedo che si eliminino dalla sfera di coscienza i programmi, i dispositivi e gli elementi che marcano e avvisano quando questa ha raggiunto un livello di espansione maggiore a quello consentito e registrato da Asimoss e le altre razze come livello massimo stabilito per gli esseri umani, e che avvia i protocolli di localizzazione, monitoraggio ed il blocco delle persone che hanno raggiunto questo livello di coscienza.

Chiedo che si eliminino tutti i pacchetti di dati, programmi e meccanismi che sono collegati e lavorano in parallelo con questi sistemi di allarme in modo che non possano inviare nessun tipo di avviso agli inconsci collettivi ai quali sono connessi che ho fatto progressi evolutivi o che ho cancellato i miei codici di identificazione energetica.

Chiedo che questa petizione sia comunicata a tutte le anime e Sé Superiori del pianeta, affinché possano agire liberamente e decidere se vogliono eseguirla, anche quando la loro personalità non è consapevole e non ha aderito a questa conoscenza o richiesta, essendo sufficiente l’approvazione dell’anima o del Sé Superiore per procedere con questa. Chiedo che siano bloccati da parte del mio Sé Superiore i pacchetti di dati che possono essere inviati all’anima dall’inconscio collettivo per cercare di confonderlo ed impedirgli di ricevere correttamente queste informazioni attraverso il consueto canale di comunicazione con il suo Sé Superiore. Grazie.

Con questo, continuiamo ad andare avanti, e vedremo presto come continua la situazione e l’ottava di pulizia planetaria, che sono sicuro avrà grandi risultati e conseguenze positive per tutti.

Tradotto dall’ articolo del 15 aprile 2019 del Blog di DavidTopì

Traduzione e adattamento in italiano a cura di Barbara Messe (espavo.it).

Potrebbero interessarti anche...