Domande e Risposte #22

xc

Continuiamo con un’altra consegna di risposte alle domande che mi avete inviato tramite Twitter.

134 Una domanda: c’è una petizione per deprogrammare la dipendenza dal cibo spazzatura? O la necessità di consumare qualunque alimento in continuazione?

Tutta la dipendenza è formata da una serie di componenti mentali ed emotive, oltre che fisiche quando ci sono sostanze che, dal corpo, attivano questi bisogni fisiologici per mangiare qualcosa che, in generale, non è troppo sano o consigliabile per la salute, ma che il corpo “esige” per combinazione delle necessità psicologiche impregnate in noi, come dall’attivazione delle sostanze chimiche che generano l’attuazione di tali programmi. Per disattivare queste reazioni, oltre a cercare di mettere in moto la nostra volontà alla massima espressione per frenare e controllare i nostri impulsi a mangiare qualcosa che è dannoso per noi, possiamo creare noi stessi una richiesta, utilizzando il formato che già conosciamo da altri articoli, per chiedere al nostro Sé Superiore di eliminare tutti i programmi, modelli, “IO” o sub-personalità, così come il resto delle componenti che si trovano dentro al processo di attivazione della necessità di mangiare qualsiasi tipo di questi “alimenti” senza controllo.

135 In un articolo precedente avevi parlato del fatto che molte delle cose che portiamo nella nostra struttura energetica e che suppone che una zavorra sia stata coperta di energia “neutra” per poter passare alla linea temporale 42, puoi spiegare questo meccanismo o questo processo e perché è stato fatto o è stato fatto in questo modo? Chi lo fa o copre con questo tipo di energia ciò che non poteva essere eliminato? Grazie

Come già avete visto durante l’ultimo anno, è stato necessario eseguire molte procedure di “emergenza” e mettere in atto alcuni “trucchi energetici” per potersi muovere da una linea temporale all’altra, subendo gli assalti, gli attacchi e le manipolazioni di un intero sistema di gestione dell’umanità che si opponeva a questo. Un modo per accelerare l’aumento di frequenza dei corpi sottili verso la linea 42 era quello di “neutralizzare” tutti i blocchi, le energie, le frequenze e gli elementi che tutti noi portiamo sulle nostre spalle, e che ci appesantiscono, vibrazionalmente parlando, così che, se non avessimo fatto qualcosa a riguardo, sarebbe stato praticamente impossibile per ognuno di noi elevare le proprie particelle abbastanza in alto per poter sintonizzare le correnti energetiche della linea 42.

Il modo di farlo, quindi, è semplice. Il nostro Sé Superiore, durante il processo di ascesa dei corpi che la personalità e l’anima di ogni essere umano stava realizzando, generava o creava uno strato di energia neutra, senza carico, che copriva quei punti del sistema energetico più “denso” e “negativo” nella persona, quelli che più gravavano sulla frequenza e rendevano più difficile per quel corpo in questione salire di linea. Si utilizza l’energia neutra perché l’energia senza carica può quindi superare le diverse barriere e campi di frequenza “alte” con totale facilità, essendo neutrale e senza opporre resistenza, e quindi rimanendo “zavorra” energetica, blocco o quant’altro, “nascosto” temporaneamente e senza poter influenzare la frequenza globale in cui si trovava il corpo stesso. In questo modo, tutti i corpi sono saliti alla linea temporale 42, e una volta messa in opera la membrana che impedisce nuovamente la discesa alla linea temporale 33, si iniziano a ritirare gli “involucri” di energia neutra, e soprattutto i blocchi che abbiamo, abbassandoci di nuovo di frequenza, ora sì, per influenzare tutta la nostra struttura, però senza più essere in grado di farci uscire dalla linea 42, pertanto proseguiamo dovendo ancora lavorare su quei blocchi, limitazioni, paure, programmazione, etc…, però in un ambiente energetico molto più favorevole per questo e senza timore che questi blocchi ci impediscano di salire o attraversare la linea temporale 42, che era l’obiettivo prioritario del lavoro svolto negli ultimi due anni.

136 Ciao David, come misuri il livello evolutivo di una razza o specie? Diciamo che coloro che ci hanno creato o che gestiscono il sistema di vita sono evolutivamente più avanzati di noi, come possiamo saperlo? E quale scala viene utilizzata per confrontare i livelli evolutivi delle diverse razze o specie della galassia? Grazie

Ogni specie, razza o gruppo possiede un inconscio collettivo che si trova su uno dei piani non fisici del pianeta base di quella specie. Nel nostro caso, e come già sappiamo, il nostro incosciente collettivo di gruppo si trova nel piano mentale inferiore della Terra.

D’altra parte, la nostra galassia è “costruita” o strutturata secondo un modello preciso e frattale, basato sulla legge delle ottave, cosicché la Via Lattea, così come altre galassie, è divisa in sette macro piani, che a loro volta sono divisi in sette sottopiani che, a loro volta, sono divisi in sette sottopiani, per un totale di 343 sottolivelli dove è possibile localizzare un inconscio collettivo di una specie.

Quelle razze o gruppi che si sono evoluti a livelli molto elevati hanno già la loro mente gruppale o incosciente collettivo a livelli superiori al livello 300, cioè, anche se la loro controparte fisica o energetica o equivalente è su pianeti che possono essere più o meno fisici, la mente o campo morfico di gruppo è nei piani più alti all’interno della struttura del sistema solare a cui appartiene, che sarà nei piani più elevati all’interno della struttura della galassia, essendo, evidentemente, pianeti che noi, dal nostro livello e con le nostre capacità, non vediamo né possiamo arrivare ad interagire, catturare o conoscere la loro esistenza essendo in altre bande di frequenza di questa struttura galattica.

Così, “misurando” in che livello si trova l’inconscio collettivo di quella razza, si determina il suo livello evolutivo. La razza umana, in questi momenti, si troverebbe in un livello evolutivo di “terzo corso”, perché noi siamo, di quei 343 livelli, o abbiamo, il nostro inconscio collettivo nel terzo livello partendo dal basso, cioè il piano mentale del nostro pianeta. Altre razze come gli Anunnaki o quelle che governano il sistema di vita sulla Terra sono intorno al livello 50, e la razza che chiamiamo Draconiani, in alcune delle sue sottospecie, si trova intorno al livello 70, quindi possiamo già vedere che non sono le più evolute nella nostra Via Lattea. D’altra parte, molte di quelle specie o razze che ci sostengono sono sopra il livello 200, la maggior parte delle quali è nell’intervallo da 150 a 200 per alcuni gruppi che hanno dato assistenza al pianeta, alle sue forze e alle sue gerarchie, per garantire che possiamo andare avanti con questo cambiamento evolutivo.

137 Ho letto in un forum che ci sono persone in apparenza che non lo sono in realtà (non sono veramente persone), ma sono programmi a matrice. Come si dovrebbe interagire con loro se sono nell’ambiente circostante? E se ti creano problemi? E’ possibile che qualche familiare lo sia? Possono avere figli? Grazie

Anche se è molto difficile per molte persone accettare questo a causa della programmazione, non tutti coloro che sembra umano e vediamo per strada è umano, anche se hanno un “contenitore” o “confezione” che lo mostra così alla vista. Ci sono molte razze che sono come noi, o molto simili, e che passano inosservate tra la popolazione, che ci stanno studiando o osservando, ma che sono praticamente indifferenti a ciò che accade sul pianeta. Ci sono anche persone o veicoli fisici che non hanno né l’anima né il Sé Superiore connessi, essendo semplicemente corpi generati nei laboratori o nelle basi del sistema di controllo e che agiscono come semplici “macchine” al servizio delle “élite” e di coloro che gestiscono la Terra. Ci sono anche quelli che chiamiamo portali organici, di cui potete leggere in questo altro articolo, e ci sono anche “ologrammi tridimensionali” di persone che sembrano fisiche ma non sono altro che proiezioni olografiche inserite in questa “matrice”, qualcosa come la “donna in rosso” del film Matrix che la maggior parte di voi già conosce.

La difficoltà per l’essere umano “normale” è credere a tutto questo e accettarlo, affrontarli in generale non è di solito un problema perché si comportano come tutti gli esseri umani nei limiti di un’interazione sociale data dalla programmazione delle loro menti e dei loro sistemi energetici. In generale, tutto quanto sopra, tranne i portali organici, non hanno famiglia, non hanno “storia” come esseri umani e sono solo come “macchine automatiche” per l’interazione del sistema di controllo con l’umanità “dall’interno”, potendo eseguire ordini, eseguire determinate azioni e creare situazioni contro alcune persone, senza che si accorgano minimamente che chi sta davanti o passando accanto a loro, non ha esistenza umana ma è solo un corpo fisico con una programmazione mentale controllata e gestita da un sistema esterno a noi.

138 Ciao. Solo i corpi sottili si “agganciano” a un sottolivello all’interno di una linea temporale? Le sfere mentali e di coscienza non si ancorano? Oppure il livello in cui sono ancorati i corpi sottili ha ripercussioni su di essi, ma non hanno il “diritto” di essere ancorati? Grazie

Le sfere mentali fanno parte del corpo mentale, così come la sfera della coscienza, che si trova sul piano mentale ma interagisce e appartiene a tutto il corpo. Spostando il corpo mentale alla linea temporale 42, tutte queste componenti salgono ugualmente di linea e l’intera psiche rimane stabile ed equilibrata allo stesso livello di frequenza in cui si trova questo corpo.

139 Fin dall’inizio della creazione dei Lhumanu furono concessi dalle élite alle razze in controllo alcuni “contratti”, accordi, che continuano a tenerci in grandi correnti energetiche di sottomissione. In cosa consistono? È possibile invertirli, annullarli…..?

Quando il Lhumanu è stato creato dalla manipolazione del Trodoon trasformato in Manu, questo si è trasformato in Lhulu e poi dall’incrocio naturale del Lhulu con il Manu (vedi domanda 91), si sono assicurati che la nuova specie geneticamente creata fosse a conoscenza dei suoi creatori e si sono sottomessi a loro. In questo modo, furono formulati molti contratti e accordi energetici di sottomissione, adorazione e plebisciti di ogni tipo e rispetto delle razze creatrici, che, col tempo, si stavano rinnovando e ampliando in modo che, man mano che il numero di Lhumanus sul pianeta cresceva, tutti sarebbero stati sottomessi e conformi a quanto decretato dagli “Dei”. Poiché, a causa della struttura piramidale e gestionale che è stata inserita, alle “élite” fin dai primi momenti della creazione del Lhumanu è stato dato il potere di parlare a nome di tutti i membri dell’umanità in ogni momento storico, le razze in controllo hanno concluso “patti” e accordi con loro in modo che, in cambio del controllo di pochi in circoli di potere, il resto di noi sarebbe stato soggetto per contratto ai nostri creatori. Questi contratti, inoltre, sono stati codificati nell’inconscio collettivo, in modo che rimasero in vigore per generazioni e diedero ad Anunnaki e compagnia la possibilità di non violare in una certa misura le regole del libero arbitrio, perché potevano, e potendo, continuano manipolare l’umanità, a causa di questi “permessi” che in passato erano stati dati. Evidentemente, questi permessi sono stati concessi per la manipolazione e l’inganno, ma anche così, la maggior parte di essi sono ancora in vigore nell’inconscio collettivo.

Molti possono essere cancellati o sono in via di cancellazione, poiché il fatto di scollegare sempre più persone dai sistemi religiosi, ad esempio, dove sono una gran parte di questi contratti di sottomissione alle divinità di tutti i tempi, sta gradualmente cancellando alcuni dei blocchi energetici nei diversi inconsci collettivi del pianeta in cui sono registrati. Ma anche così, è difficile invertire tutti a causa dell’incoscienza della maggior parte dell’umanità che continua a dare energia e potere a coloro che si pongono come dei e figure “divine” di qualsiasi religione e epoca storica.

140 Ciao, un dubbio. Nello spazio tra le vite, l’anima si fonde con l’io superiore o sono ancora 2 parti diverse, anche se sono lo stesso essere?

No, l’anima in nessun momento si fonde con il Se Superiore, si mantiene sempre separata da esso e mantiene la struttura in modo che le componenti dell’essere o Se Superiore, insieme con lo spirito, se presente, e l’anima della persona, con l’unica rivestimento del corpo causale, sono le “parti” che stanno eseguendo il processo di entrata e uscita da un’incarnazione all’altra, da una visione lineare del tempo, e prendendo un avatar diverso in ogni vita con la sua personalità ed il suo sistema energetico.

141 Ciao David, perché c’è una differenza tra i quattro elementi “primari” associati alle forze della natura rispetto agli elementi usati in altre tradizioni come la medicina cinese dove usano il legno o il metallo per esempio per parlare di tipi di energie o forze nel corpo umano? Grazie di tutto.

Tutti i sistemi filosofici o metafisici della storia umana si sono allontanati dalle stesse conoscenze ancestrali e dagli stessi archetipi impregnati nel Trodoon quando era considerato la specie destinata ad essere la specie dominante e il “custode” e responsabile della vita sulla Terra. Così, nella “mente di gruppo” di quei primi esseri coscienti di sé, già fu assorbita una conoscenza ancestrale delle leggi della creazione, del funzionamento della vita sulla Terra, ecc.

Poi, con il tempo, le manipolazioni, i cambiamenti e gli apprendimenti del Lhumanu rispetto a questa conoscenza ancestrale, ne sono state sviluppate diverse versioni, apportando cambiamenti qua e là, aggiungendo o rimuovendo elementi, leggi, concetti e conoscenze secondo i cambiamenti che si sono prodotti nella psiche dell’essere umano in diverse parti del pianeta.

In questo modo, i quattro elementi primari, più l’Akasha o etere, che formano cinque energie “tangibili” e reali esistenti in tutta la Creazione, anche se con altri nomi in altri luoghi, sono stati ricavati in sistemi filosofici, energetici, medici e metafisici dove alcuni di questi elementi primari sono stati divisi in parti, o applicati a diverse aree della vita umana e, quindi, il loro nome e parte delle loro caratteristiche sono stati modificati. Poiché ogni livello della struttura dell’essere umano e del pianeta ha elementi, frequenze ed energie diverse che lo compongono, sebbene le loro definizioni derivino originariamente da variazioni e combinazioni di questi cinque elementi primari, è corretto parlare di metallo o di legno, ad esempio in questo sistema tradizionale cinese, perché sono derivazioni di altri archetipi superiori esistenti nel piano causale della Terra che, riducendoli a soggetti più tangibili, sono stati presi come forze o elementi diversi, anche se derivati e combinazioni di quelli già esistenti a livelli archetipici superiori di cui si è persa ogni traccia, conoscenza e accesso da parte dell’essere umano.

Traduzione in italiano e adattamento dall’articolo del 27 febbraio 2019 del Blog di David Topì di Giorgia Muglia (giorgiamuglia.com).

Potrebbero interessarti anche...