Domande e Risposte #27

preguntas_thumb

Riprendo gli articoli di domande e risposte che ho messo in attesa prima della “pausa” dell’anno scorso. Ora, non posso tornare ad aprire di nuovo il formulario perché me ne inviate di nuovi, perché ci sono centinaia di domande in coda che richiederanno tempo per trovare una risposta, al ritmo con cui posso farle uscire, quindi andrò selezionando le più interessanti tra tutte; qui vi in seguito trovate alcune nuove, che spero vi saranno utili. L’articolo mi è venuto un po’ lungo ma così avete da leggere per diversi giorni.

165. Ciao David, potresti spiegare da un punto di vista energetico a cosa serve la fase REM del sonno?

Alcuni mesi fa avevamo dato alcune linee guida sui processi del sonno che sono governati da programmi nella sfera mentale del subconscio, ed, all’interno di questi processi tutti voi conoscete la cosiddetta fase REM, in cui avviene un rapido movimento degli occhi, quando siamo nella parte più profonda del nostro riposo notturno. Il fatto che sia necessario, o sia stato necessario programmare il sonno in più fasi di diversa intensità o profondità, perché alla fine è un programma che “spegne” l’avatar gradualmente per avviare le funzioni di recupero e auto-rigenerazione dello stesso, è stato il risultato della combinazione di geni e DNA di specie diverse che ne hanno preso parte alla nostra creazione, cioè quando gli Asimoss hanno preso il Manu e lo hanno trasformato in Lhulu e da li hanno creato l’ Lhumanu, raffinandolo poi ogni volta sempre di più. Anche se razze diverse, tra cui gli Asimoss, hanno modi diversi di “dormire” o di fare qualcosa di simile al sonno per ricaricarsi, inserendo parte della loro psiche e della loro genetica nel Lhumanu, ci hanno dato un ciclo del sonno abbastanza leggero per stare all’erta se succede qualcosa e ci dobbiamo svegliarci rapidamente. Questo deriva dall’influenza che Asimoss hanno su altri nemici (che ci crediate o no, ci sono razze altrettanto potenti altrove che sono predatori per loro), cosi che, all’inizio della loro specie, hanno sviluppato la capacità di riposare pur rimanendo a metà allerta. Noi abbiamo questa caratteristica all’interno dei primi livelli del sonno, non hanno voluto toglierla perché gli veniva bene che l’ Lhumanus potesse anche lui essere, agli inizi, attento davanti a qualsiasi pericolo e alzarsi rapidamente se necessario. Poi, però, è necessaria una fase molto profonda nella quale il cervello deve eseguire una serie di funzioni energetiche verso i corpi superiori, e quindi il corpo non poteva essere mantenuto solo nel sonno leggero perché era necessario mettere, letteralmente, molti sistemi del cervello-mente a lavorare nei processi di memorizzazione e d’elaborazione cognitiva, di riordino dei dati e d’altri sistemi che mettiamo in funzione nei minuti nei quali perdura la fase REM, approfittando per fare un intenso lavoro mentale, spegnendo molti sistemi cerebrali per questo e permettendo alla mente di pulire i dati, memorizzare e organizzare gli altri, passare un “pulitore” attraverso il corpo mentale ecc. Da qui la necessità di avere una fase REM a livello energetico nel sonno, mentre le altre fasi più leggere servono per ricaricare le batterie, ripristinare i danni fisici ed eterici, ecc.

166. In un precedente articolo lei ha commentato che i dinosauri non sono morti a causa di un meteorite ma a causa dell’aumento della gravità del pianeta che è stato manipolato da Asimoss, però abbiamo informazioni, notizie, studi, ecc. che c’è stato un meteorite che è caduto nella zona dello Yucatan causando danni enormi, in quel momento. Allora, c’era o non c’era un meteorite ed è legato a ciò che ha causato la fine dei dinosauri o è tutta una disinformazione? Grazie.

E’ corretto, c’è stato un meteorite, e la sequenza degli eventi è stata più o meno la seguente. Dopo l’arrivo degli Asimoss sul pianeta e l’inizio delle esplorazioni per estrarre i minerali e le risorse di cui avevano bisogno, si sono resi conto di non essere l’unica specie “dall’esterno” interessata alla Terra, essendo anche li Amoss interessati a tutto ciò che stava accadendo con il Manu, come avevamo spiegato nella monografia sulla creazione dell’essere umano. Per poter “lavorare” con tranquillità, e poiché gli Asimoss hanno una densità più elevata rispetto degli Amoss e quindi possono “abbassarsi” molto più vicino al piano più materiale e terrestre (quello che vediamo come il piano “solido”) e possono abitarlo manipolando la configurazione energetica delle sue particelle e cellule, hanno deciso di aumentare la gravità del pianeta per renderlo ancora più denso, in modo da essere ancora “confortevole”, ma il resto delle razze di livelli di frequenza un po’ più elevati all’interno della “materialità” non tanto. Quindi, manipolando il nucleo della Terra, e con la tecnologia a loro disposizione, hanno aumentato la gravità terrestre, che ha letteralmente “ancorato” al suolo milioni di specie animali che, a causa del loro peso e delle loro dimensioni, non avevano abbastanza forza motrice per muoversi, faceva che la stragrande maggioranza di loro moriva in breve tempo perché, letteralmente, erano schiacciati dal peso della gravità e attaccati al suolo contemporaneamente in tutto il pianeta. I grandi sauri, poi, tutti portati dagli Amoss, morivano rapidamente estinti e si estinsero circa 70-80 milioni di anni fa.

In seguito, per poter adattare la nuova gravità planetaria e le forze terrestri alle loro esigenze, si è reso necessario di “inclinare” minimamente l’asse del pianeta, deviarlo su una traiettoria di qualche millesimo di grado rispetto a quella che aveva e riadattare “il suo peso” o, diciamo, la massa totale della Terra ai calcoli che erano stati fatti per convertirla in un pianeta adattato alla vita degli Asimoss nella sua configurazione naturale. Per fare questo, avevano bisogno di un impatto esterno che modificasse un po’ questa traiettoria e “rompesse” una parte della struttura, “ammaccandola” in punti specifici. In questo modo, hanno utilizzato l’impatto di un meteorite che è stato deliberatamente deviato e ha colpito l’area dello Yucatan, dove, secondo i loro calcoli, l’impatto avrebbe portato le conseguenze desiderate. È come far scontrare una palla da biliardo con un’altra in modo che si muova su una determinata traiettoria. In questo caso, il meteorite utilizzato ha fatto il lavoro della “palla di stecca” e la Terra è stata la palla “deviata”. Una volta che la polvere, il caos e la distruzione causata si erano sedimentati, gli Asimoss avevano finito di terraformare il pianeta a loro “piacimento” e si sono impadroniti praticamente di tutto il dominio del pianeta, che ancora oggi mantengono.

167 – In che termini il Sé superiore comunica con l’anima? È telepatico, è “mentale”, è solo per simboli o onde? Non capisco questa comunicazione come può essere effettuata. Grazie.

Si potrebbe dire che è telepatico, ma questo termine può portare alla confusione perché l’anima non ha mente, né il Sé Superiore, solo coscienza, e la telepatia è un “programma” situato in una parte della psiche che chiamiamo la sfera mentale subliminale e che funziona emettendo e ricevendo forme di pensiero con contenuto di ciò che la persona “pensa”, dalla sua mente e dal suo corpo mentale, che viene decodificato da questo programma (quando è in modalità di ricezione) e passato alla mente cosciente, da lì al programma dell’ego e da lì alla personalità in modo che una persona “riceva mentalmente” e decodifichi ciò che un’altra sta pensando. Quindi la comunicazione tra Sé Superiore e l’anima è una comunicazione “energetica cosciente” dove viene emessa un’onda che passa attraverso i diversi canali che collegano il Sé Superiore con l’anima, essendo il cordone dorato o linea dell’Hara uno di essi, il cordone d’argento e migliaia di filamenti energetici che uniscono entrambe le strutture dell’essere umano, ed altri sistemi attraverso i quali le “forme coscienti di contenuto e informazione” che nascono dall’ Sé Superiore vengono emesse verso l’anima, che le riceve allo stesso modo, come forme energetiche con “informazioni” e le decodifica e le adatta al loro livello di coscienza ed evolutivo attraverso certi recettori e sistemi presenti in quelle che chiamiamo i “frammenti dell’anima”, cioè parti dell’anima “programmate” per fare funzioni “automatiche” di comunicazione con altri livelli (come il corpo dello spirito se presente o il Sé Superiore) o come gestire i corpi inferiori dell’avatar (fisico, eterico, emotivo, mentale e causale) così come interagire con la personalità e la coscienza del proprio avatar. La comunicazione tra Sé Superiore e l’anima, quindi, è sempre presente, c’è un flusso continuo di dati e informazioni e il Sé Superiore si adegua sempre al livello evolutivo dell’anima per darle ciò di cui ha bisogno o di cui ha bisogno per la comprensione di ciò che a livello di avatar sta accadendo nella vita e nell’esperienza di quella persona.

168. Quando parli di razze che ci manipolano come Asimoss, perché lo hanno fatto realmente? So che cercavano materiali e manodopera, ma per creare un’intera razza, un’intera civiltà, un intero “pianeta”, non riesco a capire come alcune specie possano raggiungere questi livelli di dominio e controllo su altre, anche se sono le loro stesse creazioni.

Per capire la razza Asimoss dovremo immergerci nella loro psicologia di specie e conoscerli molto meglio di quanto si lascino conoscere. Gli Asimoss sono una razza, insieme ad Amoss e gli altri, che si muovono con facilità in mezzo alla Via Lattea, in maniera che, per loro, andare o venire sulla Terra è come prendere la metropolitana per andare a vedere il quartiere dall’altra parte della città. Con questa prospettiva così ampia, il nostro pianeta è solo uno dei tanti su cui sono presenti e che dominano. Inoltre, la razza umana è solo una delle tante che sono state create geneticamente nel corso di milioni di anni della loro esistenza come specie. Con il dominio genetico e delle leggi della vita che possiedono, le loro risorse si sono espanse e sono aumentate enormemente, insieme alla loro tecnologia, per continuare ad entrare e conquistare altri luoghi. Anche se tutto questo suona come finzione e Guerre Stellari, è fondamentalmente “il quotidiano” per la maggior parte delle razze oltre un certo livello evolutivo, che un giorno raggiungeremo, sia nella polarità “positiva” che in quella “negativa”.

Così, nel bene e nel male, la Terra è un punto strategicamente speciale per gli Asimoss, e anche per gli Amoss, ma questi occupano il secondo posto nella gerarchia del potere, nonostante abbiano un livello evolutivo superiore, ed i quali (Asimoss) hanno sempre considerato il nostro pianeta come un’estensione della loro “casa” o pianeta natale, perciò la Terra non è considerata solo un punto di estrazione di risorse e minerali, qualcosa che continua ad essere trasportato via continuamente, ma un luogo dove stabilirsi permanentemente e dove insediare una crescente colonia di Asimoss. Questo non è facile per loro, come molti di voi avranno letto nella monografia sulla creazione dell’essere umano, il progetto della Terra era un progetto molto diverso, quello di essere una riserva della biosfera “galattica”, quindi ci sono molti gruppi, razze e specie che si oppongono a che gli Asimoss prendendo il controllo del pianeta al 100%, ma poiché sono qui da prima che ci fosse la vita, hanno creato l’umanità, e hanno terraformato il pianeta a loro piacimento aumentando la gravità, eliminando i dinosauri, creando le condizioni di vita che si adattavano a loro, e così via., possiedono molto potere e dominio che rende molto difficile di sradicarli e contrastarli, anche da parte delle forze stesse e dei gruppi non fisici che hanno abitato questo pianeta fin dalla sua creazione e prima dell’arrivo degli Asimoss e Amoss.

In generale, lo scopo per la Terra e per l’umanità è quello di mantenere il pianeta come base permanente e “casa”, e che l’umanità viene mantenuta come “risorsa” per renderlo possibile. In poche parole, si tratta di qualcosa di simile alla colonizzazione dell’Africa da parte delle potenze europee di qualche secolo fa, quando si sono divise le aree di influenza e, dalla colonia in poi, hanno usato la forza lavoro autoctona come schiavi e risorse per arricchire gli europei nel continente (o in qualsiasi altra parte del mondo dove un paese ne ha colonizzato un altro e lo ha sfruttato contro il Bene Supremo della popolazione locale). In questo caso, l’intero pianeta è considerato da loro una colonia dove si può fare e disfare tutto secondo il loro piacimento, essendo la “casa” dei colonizzatori lontana, nei nostri termini, ma avendo la tecnologia e la capacità di passare in pochi secondi (per vortici e portali e tutto quello che avrete già visto nei film) da un punto all’altro dei loro vasti domini.

Considerando anche che qui hanno risorse minerarie molto preziose che continuano a estrarre dalle proprie basi all’interno del pianeta e in miniere e aree che non potremo mai nemmeno affacciarci a guardare, la Terra ha tutto il necessario per essere un gioiello, un vivaio, un dispensa, area di sosta, area di approvvigionamento e punto di scambio commerciale per la posizione in cui si trova all’interno di determinate “rotte” che gli Asimoss utilizzano, e per questo combattono contro qualsiasi iniziativa per rimuoverli dall’ambiente, come abbiamo già provato in precedenza, con tutta la forza e la tecnologia che possiedono, rendendo molto difficile la loro espulsione ed eliminazione, anche se non smetteremo di provare a farlo, come vedremo nei futuri articoli.

169. Nel mondo, sul pianeta, nella società, non ci sono persone che sanno davvero tutto ciò che esponi e stanno lavorando all’interno del Sistema di Controllo (SC) per invertirlo? Se è così, perché non vediamo nulla, non sappiamo nulla, non c’è quasi nessuna fonte che ci dia dettagli o più spiegazioni del “lato positivo”? È difficile capire che esiste un SC molto potente, ma non esiste un contro-sistema altrettanto potente che combatte contro di loro.

Infiltrarsi tra le Razze al Controllo (REC) o Sistema di Controllo (SC) è impossibile, almeno ai livelli più alti. Potrebbero esserci persone che cercano di contrastare il sistema di controllo, ma non appartengono ad esso poiché non è possibile lavorare dall’interno del Sistema di Controllo senza essere rilevati. Qui dobbiamo capire, il SC è come un sistema organizzato di gradi gerarchici che inizia quando hai superato il 34esimo grado (fino a 360esimo) nelle scuole iniziatiche “esoteriche” o “mistiche” della nostra civiltà. Nessuno può appartenere al Sistema di Controllo senza essere “scelto” dal Sistema di Controllo stesso. Un’altra cosa è che ci sono persone che combattono contro il sistema, in tutti gli strati della società, e sono sicuro che molti di voi fanno ciò che è possibile per questo, ma non c’è modo di lavorare all’interno del sistema di controllo per invertire il sistema. Se si fosse verificato un errore, o qualcuno fosse entrato e si fosse ribellato allo stesso Sistema di Controllo, sarebbe finito uscendo (scappando) per poter continuare la sua lotta e lavoro, perché quando accetti e appartieni al sistema, le stesse regole, i lavori “energici” che fai e le condizioni ti mantengono fedele ad esso.

Quindi chi aiuta dal piano fisico? Chi combatte contro il SC? Da una parte, non ci sono informazioni dal lato positivo perché è molto difficile ottenere dettagli su ciò che accade nel mondo se non si è all’interno del sistema di controllo, quindi l’unico modo è lavorare con i piani superiori, il tuo Sé Superiore o le tue “guide” per sapere cosa succede. Se combatti il sistema “terrestre”, ma la parte energetica, metafisica e “non visibile” non è un’opzione per te, allora stai restringendo e limitando il tuo raggio d’azione al livello locale che può avere più o meno una certa influenza. Ad esempio, ci saranno quelli che combattono o vogliono fare cambiamenti nella struttura economica della società, vero motore della schiavitù della stessa, e conosceranno molto bene la trama economica del sistema finanziario, ma se non conoscono come Asimoss o i livelli 3 e 4 fanno per provocare crisi economiche o manipolare la realtà in modo olografico facendo in modo che noi proiettiamo uno scenario di crisi o un altro, non hanno la capacità di smantellare nulla nella sfera economica che conoscono e dominano da una prospettiva umana. Se una persona è esperta in questioni politiche e geopolitiche e cerca di contrastare dalla sua posizione l’avanzamento dei livelli da 6 a 10 del SC nel pianeta, ma non sa come la sovranità e tutte le monarchie svolgono un ruolo molto importante dal livello 5 e si coordinano con il comitato di persone che governano in ciascun paese in modo che uno invada un altro, non saranno in grado di cambiare o alterare praticamente nulla, non importa quanto protestino contro i Bilderberg, Rockefeller o i politici eletti.

Quello che voglio dire è che, per combattere il Sistema di Controllo devi cercare di lavorare su tutti i piani della Terra, perché loro così lo fanno, quindi, devi imparare come funzionano le cose a livello fisico, eterico, astrale, mentale e causale. Devi essere in grado di vedere i giochi delle Razze al Controllo e come sono implementati dal Sistema di Controllo in molti strati. Come molte delle cose che vediamo nel mondo, che sono anche istigate e provocate da entità non corporee che sono al loro servizio e che fanno e disfanno senza che la maggior parte degli esperti di cospirazioni e delle varie vicende nella nostra società capiscano come sia potuto accadere questo o un altra cosa, è praticamente impossibile che si possa avere una visione globale e sapere come agire contro di loro dal piano fisico.

Infine, il contro-sistema che esiste contro le Razze al Controllo e il Sistema di Controllo è corretto che non sia umano, nel senso che non esiste un gruppo organizzato di persone che lavorano contro di loro. Il contro-sistema sono piuttosto i gruppi e le forze della natura, le gerarchie e gli esseri che ci aiutano, tutti i Sé Superiori di tutte le persone incarnate e il logos planetario stesso. La differenza è che questo “contro-sistema” è governato da altre regole, vede le cose piuttosto da una prospettiva evolutiva e di apprendimento e nella sua polarità “positiva” non entra nelle stesse azioni che le REC ed il SC eseguono, cioè non si mettono a giocare con le regole delle Razze al Controllo e non entrano in gioco nel combatterle direttamente. Per noi è complicato, come dici tu, sempre di più, ed è molto difficile concettualizzare a volte e delineare ciò che sta accadendo per dargli un senso, quindi è normale che molte volte ci disperiamo e siamo frustrati, io per primo, quando sembra che tutto cade a pezzi e che non c’è modo di avanzare. Anche così, ci ricordano sempre, abbiamo aiuto e che stanno lavorando per farci evolvere, anche se i termini, i tempi ed i processi per loro sono diversi da ciò che noi potremmo desiderare.

170. Nella storia dell’umanità, a che punto gli esseri umani hanno smesso di percepire direttamente gli Asimoss, gli Amoss e gli altri esseri? Perché si nascondono se hanno così tanto potere e così tanto potere manipolativo su di noi?

clip_image002È sempre più facile gestire o controllare qualcosa quando ciò che viene controllato non lo sa e non ha la capacità di percepire chi c’è dietro al “gioco”, quindi, per pura strategia, preferiscono rimanere nel loro stato naturale di vibrazione che si trova all’interno del piano solido e materiale, ma al di fuori delle frequenze naturalmente percepite dall’essere umano. Questo non è sempre stato così, dalla creazione del Lhulu ed il suo incrocio con il Manu per dare origine al Lhumanu, Asimoss stavano lavorando e coesistendo nel piano 1.1, la parte più densa e tangibile del piano materiale della Terra, quello che percepiamo, e durante i primi milioni di anni dalla creazione del Lhumanu fino alla civiltà sumera ed gli inizi dell’era egiziana, hanno camminato apertamente tra la popolazione. Vi erano, in ogni caso, regole che proibivano la loro rappresentazione così com’erano, in maniera che, e questo appare in molti codici e norme dell’antichità, gli “dei” non potevano essere rappresentati come erano ma si potevano rappresentare solo “umanizzati” e quindi creare un loro riflesso su tavolette e sculture. L’uscita definitiva dal piano 1.1 per passare al piano 1.2, il loro habitat di frequenza naturale, avvenne nel momento in cui il popolo ebraico assunse il controllo della gestione dell’umanità mediante patti con Yahweh (= Enlil Sumero, uno degli Asimoss più potenti di allora), poiché a quel tempo avevano già un sistema di gestione di pochi milioni di umani che esistevano sulla Terra in quel epoca ed un sistema di controllo “umano” che fungeva da “intermediari” tra loro e la massa della popolazione, quindi delegando al Sistema di Controllo il “quotidiano” controllo dell’umanità e dettando le linee guida necessarie per questo.

171. Ogni quanti cicli, o anni, o ottave, non lo so, si verifica questo “salto evolutivo” che consente a una razza o specie o gruppo di passare da un livello evolutivo o corso ad un altro?

Il passaggio evolutivo o il cambiamento di livello che stiamo vivendo dipende da cicli che non hanno nulla a che fare con l’umanità, o di fatto, con qualsiasi specie o razza, ma con i cicli dei pianeti in cui esistono e svolgono il loro percorso e processo di crescita. I cicli planetari, inoltre, dipendono dai cicli a cui è soggetto il sistema solare a cui appartiene quel pianeta, quindi tutti i pianeti del sistema solare “eseguono” un passaggio di livello quando il logos solare, “l’essere” che governa e usa la nostra stella come avatar, segna il momento di passare da uno stato evolutivo e di frequenza a un altro. Inoltre, affinché ogni sistema solare possa “salire di livello”, e con esso si obbliga i pianeti a salire di livello, e con questo si offre così la possibilità alle razze che li abitano di salire di livello, per fare tutto questo, deve essere il “logos regionale” (vedi il glossario) a segnare il momento in cui tutti i sistemi solari nell’area della Via Lattea, che sono sotto la gestione dei loghi “regionali”, eseguano il salto evolutivo contemporaneamente.

Ciò significa che, in termini “galattici”, quando un logos indica a tutti i sistemi solari che inizia il processo di cambiamento evolutivo, hanno un enorme lasso di tempo (nella misurazione “umana”) per raddoppiare la frequenza di base delle vibrazioni, perché il salto evolutivo comporta sempre il passaggio dalla frequenza in cui ti trovi a raddoppiarlo per ciascuna delle particelle che compongono quel sistema. Pertanto, quando il nostro logos solare riceve la direttiva del “passiamo di livello”, lo indica a tutti i loghi planetari che sono sotto il suo coordinamento, essendo Kumar, la Terra, uno di questi. Il logos planetario, quindi, deve iniziare l’aumento di frequenza di un’ottava, nel nostro caso, passare da 7,8Hz di frequenza “base” a 15,6Hz in un periodo di quasi due secoli, poiché la richiesta è stata ricevuta molto tempo fa , ma non è stato ancora possibile portare a termine o completare il lavoro. La maggior parte dei loghi planetari nel sistema solare sono già “passati” di livello e tutti i pianeti, tranne la Terra e qualche altro che sono ancora in processo per diversi motivi.

Nel caso della Terra, l’umanità, le Razze al Controllo ed il Sistema di Controllo evitano costantemente questo aumento di frequenza con tutti i mezzi, quindi finora non è stato possibile che la realtà 7,8Hz salga naturalmente a 15,6Hz, dal momento che questo implica che tutta la vita cosciente della Terra stia attivamente aumentando la sua vibrazione ai richiesti 15,6Hz. Ora siamo in una media che va da 7 e pochi Hz fino ai 13Hz in alcune persone e parti del pianeta, ancora lontani da ciò che è richiesto in questa fase del processo. Poiché diventa impossibile elevare l’umanità alla frequenza richiesta, è stata scelta la soluzione delle “due terre”, che avrete letto sul blog da quando abbiamo iniziato le spiegazioni alla fine del 2017. Pertanto, è stato deciso di costruire una “nuova Terra” accoppiata alla Terra 7,8Hz, duplicando la sua struttura energetica a 15,6Hz (ovvero un piano fisico da 15,6Hz, un piano eterico, un piano mentale, un piano causale, ecc.) e creare un sistema di “due pianeti in uno”, dove dalla realtà 7,8Hz non si potrà percepire la realtà o nuova Terra nT 15,6Hz, ma quelli che, attraverso il loro lavoro interiore, hanno fatto l’intero processo di guarigione, hanno elevato la vibrazione e sono saliti di frequenza a 15,6Hz, possono percepire questa nuova Terra (nT) e, a tempo debito, fare quel salto evolutivo.

Avere, perciò, Kumar una “Terra” a 15,6Hz, rispetta le direttive del logos solare e del logos regionale per non ritardare il salto evolutivo di tutto l’insieme, che deve mantenere l’armonia e l’equilibrio, indipendentemente dal fatto che esistano o meno umani su questa nT, perché ciò non arresta il processo di salto evolutivo congiunto e riavvia l’orologio cosmico per l’inizio di un nuovo “percorso”. D’altra parte, mantenendo la Terra 7,8Hz com’è ora, ma mettendo scala di passaggio (la linea temporale 42), si permette che, individualmente, ad ogni essere umano che vuole completare questo processo e “andare” sulla nuova Terra lo può fare senza problemi, entrando a far parte della nuova Umanità del futuro, lasciando l’attuale realtà a 7,8Hz che non subirà alcun cambiamento, perché come abbiamo già detto, rimarrà il l’unico, migliore e il più stabile possibile tavola del gioco per coloro che non riescono ancora a completare questo passaggio.

Questa “umanità del futuro”, possiamo chiamarla così, sarà incaricata di avviare una nuova società, una nuova “civilizzazione” umana senza la presenza delle REC e del SC che non potranno intervenire ne passare. Quest’estate, tra qualche mese, si ritirerà la barriera e membrana frequenziale che ora impedisce il passaggio dalla linea temporale 33 alla linea temporale 42 e, tra un paio d’anni, come abbiamo visto nell’ultimo aggiornamento, il piano fisico della nuova Terra (nT) sarà completo e pronto per essere abitato. Se qualcuno raggiunge ora il livello di frequenza di 15,6 Hz in questa realtà attuale, comincerà a percepire le passerelle di passaggio, e quando vuole o lo desidera ed è pronto per questo, potrà “andarsene” volontariamente con il suo gruppo familiare. Con l’avvicinarsi di quel momento, ti darò maggiori spiegazioni al riguardo, ma non è un problema urgente, dal momento che le linee temporali non segnano alcun essere umano pronto a passare per decenni, poiché nessun Sé Superiore, secondo l’evoluzione che si prevede per le diverse incarnazioni attive in questo momento, è ad un livello vicino al raggiungimento della vibrazione richiesta per questo. Come ci dicono sempre, non c’è fretta. Le porte e le passerelle saranno sempre aperte e protette, e la nuova Terra sarà pronta ad accoglierci quando le prime ondate di persone vi si muoveranno. Il processo ed i tempi per questo sono nelle nostre mani, coloro che ci assistono sono stati incaricati di preparare la struttura ed i passaggi per il salto, e tutto è in perfetto ordine per quando ognuno di noi è pronto e nella condizioni per farlo.

172. Cosa hai dovuto fare per raggiungere questo livello di connessione con il tuo Sé Superiore e le tue guide o coloro che ti aiutano e che ora sembrano essere in grado di spiegarti “tutto”? Come possiamo, il resto delle persone, arrivare a questo livello per poter controllare ed avere accesso a tutte queste informazioni per noi stessi? Grazie per tutto questo lavoro, tra l’altro, vorrei partecipare e collaborare, ma non ho quella pulizia o fluidità nella connessione con il mio Sé Superiore che sto cercando da molto tempo.

Ognuno ha una missione o uno scopo e, nel mio caso, ha a che fare con ciò che vedi riflesso nel blog o nei corsi, nei libri o in tutto ciò che faccio. Questo scopo è accettato dall’anima per ogni incarnazione e parte dall’ Sé Superiore e va al corpo spirituale e fino all’anima, o direttamente dall’Sé Superiore all’anima, se il primo non è presente. Se l’anima “accetta” questa proposta di lavoro per ogni vita e gli sembra “giusta”, allora il problema deriva dal portare quell’idea, conoscenza e “funzione” alla personalità, “risvegliarla” e iniziare i passi per poterlo realizzare. Per quanto ne so, in tutte le mie incarnazioni sto facendo questo tipo di lavoro “informativo” e formazione in un modo o nell’altro e con gli strumenti e le conoscenze che esistono in ogni epoca storica in cui ho un’incarnazione attiva e simultanea (con il che lavoro consapevolmente da questa incarnazione come “David” per essere in grado di aiutarmi in questa stesso lavoro in altri tempi dell’umanità).

Una volta che l’anima ed il Sé Superiore ottengono che la personalità “scopra” lo scopo e lo accetta consapevolmente, l’anima ed il Sé Superiore provano a fornirgli gli strumenti, le opportunità e le risorse per realizzarlo, lasciando che la personalità “guidi” il processo, faccia lo sforzo, avanzi o retroceda in questo, commetta i propri errori e impari da essi, ecc. Nel mio caso, è iniziato con l’apprendimento delle tecniche di meditazione che mi hanno portato all’inizio del 2003 a connettermi con coloro che mi assistono, che chiamiamo “guide”, e da lì a iniziare a ricevere piccole immagini, frasi o messaggi molto brevi con contenuti di base. Dal 2003, l’uso quotidiano della meditazione, il lavoro con il pendolo, le sincronicità, la scrittura “automatica” e l’apprendimento di tecniche di auto-guarigione mi hanno portato a essere in grado di “cancellare” una parte dei blocchi inerenti e presenti nell’essere umano, nella mente (le sfere mentali), nella mia sfera di coscienza e la mia personalità, il cordone d’oro e la mia struttura psichica ed energetica. Partendo dalla “spinta” dell’anima e del Sé Superiore, come abbiamo commentato nell’articolo precedente, potenziando l’energia della volontà e minimizzando l’attivazione degli archetipi della non evoluzione, queste piccole immagini o semplici messaggi sono diventati, negli anni, sempre più precisi, chiari e dettagliati. Più mi de-programmavo e guarivo, più avevo chiarezza e precisione, soffrendo, d’altra parte, enormi attacchi psichici e manipolazioni e tutti i tipi di blocchi da parte delle Razze al Controllo e del Sistema di Controllo che cercano ogni minuto come impedire queste connessioni, poiché sono contrassegnate come “molto pericolose ” per loro e, quindi, ti assegnano una sorveglianza 24 ore su 24 e, se possono, cercano di impedirti di farlo.

Per poter avanzare, allora devi rafforzare maggiormente la volontà, in modo da non mollare quando ti senti male e sei a terra, fisicamente, emotivamente ed energicamente parlando. Ho imparato ad andare ad “ingranaggio fisso”, il che significa sostanzialmente che qualunque cosa succeda devi andare avanti (ma ho gettato la spugna più volte) e ogni volta che stavo ottenendo più chiarezza nei pacchetti di dati che ricevevo e verificavo con vari metodi che erano corretti, perciò potevo fidarmi di più e applicarmi più a fondo per sbloccare ulteriormente questa comunicazione. Con il tempo, quasi 17 anni dopo, più o meno il canale è stabile, la comunicazione è molto fluida, il lavoro con le mie guide e il mio Sé Superiore è di continuo 24 ore al giorno e le lotte con le Razze al Controllo ed il Sistema di Controllo per poter continuare a scrivere altre 24 ore al giorno in più. Pertanto, il processo per tutti gli esseri umani è identico: eliminare blocchi e programmi che per loro natura impediscono la connessione con il Sé Superiore, molto oltre il livello base che ci viene concesso in modo da mantenere parte “dell’illusione” di essere connessi al “divino”, però che non ti consente di scaricare più di un minimo di informazioni non “pericolose”, poiché nella mente ci sono filtri che rilevano ciò che ti stanno spiegando e controllano automaticamente se puoi accedervi e fare il confronto con il paradigma della sfera mentale preconscia.

Rimuovendo e deprogrammando, e di nuovo rimuovendo e guarendo ciò che hanno messo nuovamente dopo averlo rimosso, continuando ad insistere per imparare dal tuo Sé Superiore modi per andare avanti, difenderti dalle Razze al Controllo e tutto questo, ed avere molta volontà ed essere molto disposto a continuare ad imparare, si può raggiungere un livello di connessione e comunicazione così diretto e fluido che è come se stessi parlando con un amico ad un metro di distanza da te. D’altra parte, il fatto di avere un profilo pubblico aumenta la difficoltà, dal momento che coloro che svolgono il loro processo a casa in modo più anonimo, hanno molte meno restrizioni poiché non sono così attentamente controllati (o non guardati affatto) e, quindi, con un la protezione base del loro Sé Superiore e delle loro guide possono far progredire il loro scopo o missione, la connessione con il loro Sé Superiore a partire dalla personalità e la comunicazione attraverso i canali interni che tutti abbiamo di default con meno ostacoli e più rapidamente. Bisogna persistere, perché nonostante tutto, a un certo punto avremo tutti successo.

Traduzione in italiano e adattamento dall’articolo del 11 febbraio 2020 del Blog di David Topì di Giorgia Muglia (giorgiamuglia.com).

Potrebbero interessarti anche...