Sciogliendo l’inconscio collettivo della linea temporale 33

sa

Da settimane monitoriamo il processo di espulsione dei membri delle razze che hanno controllato l’umanità sin dalla sua creazione, così come il processo di estrazione di tutte quelle entità che non possiedono il permesso del nostro logos planetario di rimanere qui. Sebbene il processo sia un po’ più lento di quanto molti di noi vorrebbero, è destinato ad avere una sola fine, l’eliminazione completa, poiché questo è percepito chiaramente in tutti i potenziali futuri all’interno delle due linee temporali che coesistono per noi.

Inoltre, anche una petizione che è stata lanciata molti mesi fa, e che puoi rivedere in quest’ altro articolo, sta andando ad un buon ritmo, per eliminare i “sostegni” e rallentatori che impediscono cambiamenti rapidi nella realtà fisica quando si fanno modifiche nella realtà mentale e nelle sue strutture eteriche, e che, negli ultimi giorni, ha preso più velocità, così che, ad un certo momento, qualsiasi decisione che si prenderà per accelerare il processo evolutivo dell’umanità, questo può riflettersi ad un livello “tangibile” molto più rapidamente rispetto ad ora.

E perché alcune delle ottave e dei processi che abbiamo avviati con le petizioni impiegano molto tempo per scendere sul piano fisico? Perché tutti iniziano con una richiesta al nostro Sé Superiore, o alle gerarchie o gruppi che ci assistono, alle forze della natura, ecc. E quelle petizioni cominciano a spostare energia e scenari e a cambiare le linee temporali e le sottodivisioni nei piani più alti della struttura del pianeta. Quando a livello del piano mentale e / o causale qualcosa è quasi completo, possono ancora mancare mesi prima che si muova una singola particella d’energia sul piano fisico, che indica che la richiesta che abbiamo messo in moto ha funzionato (non quando facciamo le nostre guarigioni o deprogrammazioni, ma a livello di cambiamenti nella realtà comune).

Tutte queste ottave, che iniziano inoltre la loro strada come scala cromatica (cioè, prendendo i 12 passi dell’ottava, le sue note e semitoni), quando raggiungono il piano eterico si crea un primo rallentamento per i sistemi tecnologici installati da queste razze per prevenire che la psiche umana potrebbe alterare più del voluto, e troppo rapidamente, qualsiasi situazione a livello fisico che il sistema di controllo sull’umanità vorrebbe mantenere.

Questo primo rallentamento è ciò che causa che, da quando si realizza un cambiamento sul piano mentale sono necessari solo pochi giorni (a volte ore) prima che il cambiamento si realizza al livello eterico, però, quando il processo nel piano eterico è stato completato, un po’ meno veloce, altri elementi di rallentamento che si trovano nella struttura della Terra tra la struttura fisico-energetica e la struttura eterica, rallentano nuovamente e riducono il ritmo dell’ottava sul piano fisico, che, in molti casi, come una scala a cinque note, solo cinque “note” o salti, non sempre, ma in molte occasioni, avendo perso parte dell’energia e della potenza che aveva oltre all’inerzia con quale è stato avviato sul piano mentale.

Inoltre, anche con le proiezioni della psiche collettiva diretti all’inconscio collettivo 33 e dei suoi sub- inconscio collettivi regionali, nazionali, ecc., si rallentano i possibili cambiamenti che possono verificarsi, poiché, modificando un determinato scenario mentale (per esempio, cancellando un conflitto esistente e creando una realtà di pace in quel punto del pianeta), dal momento che la psiche collettiva continua ad inviare proiezioni dello scenario di guerra generato dai media, lo scenario che abbiamo “cancellato” viene ricreato ancora e ancora dagli stessi esseri umani che, senza rendersene conto, continuano ad essere usati per mantenere la realtà del pianeta come lo vogliono mantenere.

Pertanto, la possibile disperazione di non vedere che le cose cambiano, nonostante il fatto che non ci siano più di 10 Asimoss rimasti sul pianeta, circa 400 Amoss e meno di 1000 membri di tutte le altre razze insieme, è dovuto al fatto che, sebbene non possono dare o non stanno dando molte istruzioni ai successivi cerchi di potere, ai livelli 3 e 4 dove sono già tutti umani, il sistema continua a funzionare in modalità automatica poiché, per ora, continuano ad essere collegate molte centinaia di milioni di persone al inconscio collettivo 33 che continua usarli come “proiettori oloquantici” inconsci, in modo che nulla cambi o faccia il meno possibile.

La soluzione consiste nell’eliminare completamente questo inconscio collettivo, non abbiamo altra scelta, altrimenti, si noterà poco dell’enorme lavoro e del successo che abbiamo raggiunto, quasi, nell’ espellere le razze che hanno giocato con l’umanità per millenni, e tutte le entità che ci hanno manipolato incessantemente da allora. Ma, per eliminare l’inconscio collettivo 33, almeno nella sua parte più globale e di controllo, abbiamo bisogno l’aiuto del pianeta, di Kumar, perché è l’unica forza che può farlo, né tutti i Sé Superiori di tutti gli esseri umani insieme sarebbero sufficiente, in un tempo accettabile per questo, e, inoltre, li abbiamo già occupati con la pulizia delle egregore e sacche di energia che evita che si creano continuamente entità ovunque, quindi, abbiamo bisogno di riavviare lo stesso processo che abbiamo fatto in precedenza, una richiesta al nostro Sé Superiore in modo che questo chiede al logos del nostro pianeta di eseguire l’eliminazione del inconscio collettivo 33, disintegrando le particelle che lo formano, cioè, dissolvendo l’unione tra le particelle di energia che sono aggregate nel piano mentale formando questo inconscio collettivo.

La petizione, da fare una volta, con intenzione e coscienza, al nostro Sé Superiore, è la seguente:

Chiedo al mio Sé Superiore di reindirizzare a Kumar, il logos planetario, la richiesta di dissoluzione del cosiddetto inconscio collettivo della linea temporale 33 dell’umanità, sciogliendo le concentrazioni energetiche che formano questo campo energetico e rompendo i legami tra le particelle che lo formano, trasmutandolo in energia neutra e restituendoli al substrato quantico della Creazione. Chiedo che questa petizione sia inviata a tutti gli Sé Superiori del pianeta affinché loro la eseguano simultaneamente e Kumar riceva la richiesta con la massima potenza possibile secondo lo stato attuale della coscienza dell’umanità. Grazie.

In questo modo, proprio come era la coscienza e l’energia del logos planetario che ha sciolto i inconsci collettivi di tutte le razze al comando in settimane, ora vogliamo fare lo stesso, ma con il macro inconscio collettivo della linea temporale 33. Vedremo cosa succede, e se si può avviare questo processo, sarà un altro grande aiuto per rimuovere tutto ciò che continua a rallentare l’aumento di frequenza delle nostre strutture energetiche fino ai livelli superiori delle linee temporali.

Tradotto dall’articolo del 7 maggio 2019 del Blog di David Topì in italiano e rivisto da Jens Auff’m Ordt (akashicproject.com).

Potrebbero interessarti anche...